Yoga e sesso: il binomio del benessere, soprattutto dopo i 45 anni

Per alcuni è solo una moda new-age, per altri un vero e proprio stile di vita, per altri ancora una disciplina totalmente sconosciuta. Stiamo parlando dello yoga, una pratica psico-fisica che ci arriva dall’affascinante cultura giapponese e che, in molti casi, rappresenta la chiave per entrare nel profondo del proprio corpo e del proprio spirito, con innumerevoli vantaggi. Non solo a livello personale e di salute ma anche per quanto riguarda la sfera sessuale. Yoga e sesso, infatti, sono un’accoppiata vincente soprattutto superati gli -anta. Perché? Scopriamolo insieme in questo articolo!

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

Yoga: cos’è?

Cominciamo con il dire che lo yoga non è uno sport. O, quantomeno, non in senso stretto e biblico del termine.

Lo yoga è una filosofia multidisciplinare con approcci diversi, che comprende anche sedute di attività fisica.

Lo Yoga amplia la tua sessualità
In realtà, chi pratica lo yoga entra in un mondo ricco e multisfacettato che gli imporrà di cambiare abitudini e punti di vista in diversi settori della sua vita, sfera sessuale inclusa. Infatti lo yoga comprende:

l’acquisizione della consapevolezza di sé, fisicamente e spiritualmente;
la meditazione, ossia il viaggio all’interno del proprio “io”, dell’inconscio, delle emozioni;
la respirazione, che non solo è fondamentale per il rilassamento e il buon riposo ma anche per ossigenare meglio il corpo, e il cervello;
la cura del corpo, attraverso esercizi mirati a liberare l’energia intrappolata, a migliorare la postura e l’elasticità muscolare;
l’alimentazione;
il pensiero positivo.

Tutto questo, giorno dopo giorno, riesce a cambiare la struttura mentale di una persona, migliorandone la qualità di vita sotto molti aspetti.

Sesso e yoga: come si correlano l’un l’altro?

In quale modo la pratica dello yoga, inteso sia come attività fisica sia come filosofia di vita, può influire positivamente sulla sessualità? In realtà in moltissimi modi, soprattutto per quanto riguarda le persone mature, che hanno superato i 45 anni.

  1. La maggior parte delle defaillance maschili, per esempio, dipendono da stress, sovrappeso, ansia e paura di fallire o di regalare alla partner una prestazione poco soddisfacente. Lo yoga, tramite gli esercizi di meditazione e di consapevolezza del proprio corpo e delle proprie energie, aiuta gli uomini a entrare in contatto con la propria virilità e a canalizzarla come forza positiva durante l’eccitazione. Sentirsi bene, imparare a percepire la propria mascolinità che pulsa, visualizzarla, dona autostima che è il primo ingrediente che serve a un uomo per soddisfarsi e soddisfare a letto.
  2. Gli esercizi yoga si concentrano soprattutto sull’elasticità del corpo e ne sviluppano la resistenza, la fluidità. Questo è molto importante per il sesso, per sperimentare nuove posizioni, per essere più elastici e agili, per potersi permettere qualche acrobazia in più anche se non si è giovanissimi.
  3. Imparare a respirare è molto utile per poter gestire l’orgasmo e questo sia per gli uomini, che possono imparare a controllarlo e ritardarlo, sia per le donne, che possono invece imparare a promuoverlo, renderlo più intenso e veloce.

La consapevolezza: yoga e sesso fanno bene

Le filosofie orientali, incluso lo yoga anche semplicemente incluso come esercizio fisico, mirano soprattutto a traslare il benessere fisico ottenuto dal movimento in miglioramento del pensiero.

Tutti gli esercizi yoga comprendono anche dei momenti di riflessione, meditazione, respirazione. Questo serve a:

rilassare mente e muscoli;
cercare di espellere, tramite circuiti di respirazione profonda, tutti i pensieri tossici, i paletti limitanti, le paure, la rabbia, le sensazioni negative;
canalizzare le energie positive;
visualizzarle all’interno del proprio corpo perché la visualizzazione aiuta il convincimento.

Tutti questi passaggi aiutano a prendere consapevolezza di sé, del proprio valore. Grazie alla meditazione abbinata all’esercizio fisico e alla respirazione si può:

acquisire o recuperare autostima;
imparare ad amare il proprio corpo e a non vergognarsene;
sentire la positività, focalizzarsi su di essa e non sui pensieri negativi;
combattere lo stress;
migliorare la circolazione sanguigna;
regolare la pressione arteriosa.

Tutti questi fattori sono fondamentali per una performance sessuale di alto livello. Yoga e sesso vanno d’accordo proprio per questo. Lo yoga mette corpo e mente in condizione di poter godere meglio delle pratiche sessuali, in rilassatezza e potenza, scacciando tutto ciò che è nemico tanto dell’erezione maschile quanto dell’orgasmo femminile.

Spesso, gli appassionati di yoga, si approcciano anche volentieri e con curiosità al sesso tantrico. Una pratica che molto spesso viene abbinata a filosofie di vita orientali.

Si tratta della capacità di prolungare anche per ore l’eiaculazione, garantendo così alla partner infiniti momenti di piacere continuamente rinnovato e rinnovabile. Naturalmente, per raggiungere questa capacità, è necessario allenare moltissimo l’autocontrollo sia fisico che psichico e lo yoga è proprio la base per chi volesse provare un percorso di questo genere nella propria sessualità di coppia.

In conclusione: yoga e sesso sono una combo vincente?

La risposta è sì. Chi pratica yoga è, statisticamente, più portato a fare sesso, lo fa meglio, ne gode maggiormente e ha meno paletti e tabù.

La filosofia yoga, abbinata ad esercizi che smuovono le energie positive che albergano dentro di noi e ci mettono in contatto con la nostra profondità e con la Natura, smuovono non solo la coscienza ma soprattutto le emozioni. E il sesso, si sa, è totalmente fatto di emozionalità ma specialmente di capacità di trasmettere sensazioni ed energie potenti e positive.

Lo yoga aiuta a incanalare in se stessi tutte queste emozioni forti ma insegna anche a restituirle al di fuori, a dispensarle a piene mani, a donarle. Proprio su questo concetto si costruisce anche una generosità sessuale che non può far altro che accrescere il piacere di coppia, la voglia di sperimentare, la durata e la qualità di ogni singolo approccio fisico.

Corpo tonico e mente aperta

Sesso e yoga vanno d’accordo anche per un altro motivo: chi pratica questa disciplina, giorno dopo giorno, migliorerà la sua postura e, di conseguenza, la qualità e tonicità dei suoi muscoli.

Questo significa, in parole povere, un corpo più attraente, snello, flessuoso. Tutte caratteristiche che stimolano il desiderio sessuale puramente fisico. Inoltre, lo yoga ripulisce la mente da pensieri negativi e limitanti, da tabù inutili e da paletti convenzionali.

Questo significa acquisire una maggiore apertura mentale che si tradurrà con più verve durante il sesso, maggiore fantasia, voglia di provare cose nuove e trasgressive. Senza contare che un fisico allenato e una mente libera da stress e ansia aiutano anche a produrre performance migliori:

il sesso dura di più;
è più intenso;
gli orgasmi sono più lunghi e potenti;
il periodo refrattario, di recupero, si accorcia;
le sensazioni sono più forti perché si acquisisce maggiore sensibilità al tatto, alla vista, all’olfatto, grazie alla meditazione che insegna a fare caso a tutti i particolari e ad osservare anche ciò “che non si vede”, visualizzando il proprio inconscio.

Quindi, in conclusione: hai superato gli -anta e ti senti meno sicuro di te stesso a letto? Legato fisicamente e poco motivato sul piano empatico? Prova lo yoga!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.