L’importanza dei siti d’incontri in lockdown

Ne abbiamo già vissuto uno e sappiamo perfettamente quante siano le difficoltà durante il lockdown. Non parliamo solo di problemi oggettivi, come il divieto di lavorare per alcuni, i figli privati della scuola in presenza o la seria preoccupazione per il Covid19.

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

Ma anche di risvolti psicologici che, nella maggior parte dei casi, coinvolgono e sconvolgono i single o chi vive un momento difficile e particolare nella vita di coppia.

Quanto possono essere utili e quanto possono effettivamente aiutare i siti di incontri e i rapporti online in momenti del genere?

Lockdown, zone rosse, solitudine

Nessuno di noi avrebbe mai immaginato di vivere una situazione del genere. All’inizio del 2019 abbiamo imparato a conoscere questa nuova, terrificante parola: lockdown.

Il divieto di uscire, di intrattenere rapporti sociali, di frequentare bar e locali, di iniziare nuove amicizie, di vivere avventure sentimentali e sessuali.

Se per chi vive un rapporto di coppia appagante e felice questo può non rappresentare un problema, molto diversa è la situazione per i single e per coloro che, invece, con il partner non sta passando un momento particolarmente roseo.

A livello psicologico, la pandemia di Covid19 e di conseguente lockdown può avere impatti piuttosto gravi, in alcuni casi devastanti.

Ad esempio, dal meno grave al peggiore:

noia che porta a impigrirsi, a mangiare troppo, a trascurare la propria persona, il proprio aspetto, l’attività fisica;
calo di attenzione e di entusiasmo verso le attività concesse in casa, gli hobby;
tristezza, malinconia;
ansia, ipocondria;
depressione, attacchi di panico, insonnia;
aggravamento dei sintomi elencati che, in rari casi per fortuna, possono portare alla vera e propria malattia psichiatrica e a comportamenti violenti, anche verso se stessi.

La causa di tutto ciò è sicuramente la paura, giustificata e comprensibile, per quanto ci sta accadendo e per i rischi che ciascuno di noi sta correndo.

Tuttavia, una grossa responsabilità di questi malesseri è da attribuire al fatto che ci si ritrova soli, privati dell’affettività e anche della sessualità.

Non si tratta solo dell’impossibilità di fare sesso ma soprattutto di tutto il contorno che precede una relazione. Ossia l’uscire, il fare conquiste, flirtare, ottenere conferme, giocare con la seduzione, corteggiare e farsi corteggiare.

Privarsi di questa grossa fetta di vita, di questo connubio di emozioni e sensazioni, significa costringersi a comportamenti innaturali, soffocare una parte di emotività che fa parte della natura umana e che, se viene a mancare, provoca sofferenza.

l'importanza dei siti d'incontri in lockdown

Sopravvivere al lockdown: guida pratica e consigli

Una delle conseguenze di questo secondo lockdown potrebbe essere quello che viene, anche simpaticamente, definito abbrutimento.

Si tratta, in poche parole, di uno stato d’animo demotivato e privo di entusiasmo che porta a non curarsi, non preoccuparsi del proprio aspetto, perdere la voglia di intrecciare rapporti con gli altri.

Se questo può essere anche piacevole e trasgressivo, nei primi giorni, in quanto trascorrere qualche giornata in pigiama sul divano mangiando patatine e gelato può aiutare a staccare il cervello e rilassarsi, con il passare del tempo può diventare patologico. E portare alla depressione vera e propria.

Per questo è importante reagire, fin da subito, e non dimenticarsi che l’uomo è un animale sociale che ha necessità di interagire con i suoi simili per stare in salute fisica e mentale. Ma come si fa se il Governo non ce lo permette e ci multa se trasgrediamo? Semplice: si ricorre alla tecnologia!

Lockdown e siti d’incontri

Durante questo periodo di lockdown l’iscrizione a un sito d’incontri può veramente fare la differenza.

Di cosa si tratta? Di particolari piattaforme online sulle quali la gente si iscrive con il preciso intento di conoscere persone nuove.

Che poi scatti l’amicizia, l’amore, la passione non è dato saperlo e sarà una sorpresa per ciascun utente ma è innegabile che questi siti siano in grado di risvegliare emozioni che rischiano di restare troppo a lungo sopite.

Perché è importante ricorrere ai siti di incontri durante il lockdown:

permettono di coltivare e mantenere attiva la socialità, la capacità di approccio, la convivialità;
aiutano a trascorrere piacevolmente le lunghe serate di solitudine;
consentono di conoscere nuove persone con le quali è possibile instaurare rapporti virtuali che, poi, possono diventare reali;
perché no, permettono di conoscere persone anche durante un periodo di “prigionia” che poi possono rivelarsi quelle giuste per iniziare una relazione seria.

Come gestire i rapporti virtuali in lockdown

Innanzitutto bisognerebbe sempre partire dal presupposto che, iscrivendosi a un sito dating, non si devono avere aspettative precise perché tutto può succedere.

Non bisogna mettersi troppi paletti ma neanche avere la convinzione di trovare il partner della vita.

Lo spirito giusto è quello di gettarsi nella mischia, divertirsi, aprire diversi contatti per curiosità e poi quello che succede succede.

E’ importante lasciarsi trasportare dalle sensazioni, dall’istinto e cercare di mettere da parte dubbi, timidezze, incertezze. La tecnologia, e i rapporti basati su di essa, richiedono velocità, intraprendenza e capacità di stare sul pezzo.

Qualche consiglio:

prima di contattare qualcuno, è bene preparare in maniera accurata il proprio profilo, dando poche ma corrette informazioni. Cercare di essere sinceri e non creare false identità è un’ottima mossa, in quanto, semmai ci si trovasse a conoscere la persona giusta, non ci sarebbe l’imbarazzo di doversi a un certo punto auto-smascherare;
dare un’occhiata ai profili disponibili e selezionare quelli che incutono curiosità;
contattare le persone che hanno suscitato interesse, utilizzando un linguaggio leggero e amichevole ma mai poco rispettoso, volgare o troppo diretto;
intavolare conversazioni e non mirare solo al sesso o alla storia seria. Meglio affrontare ogni nuova conoscenza esattamente come si farebbe al pub o in discoteca: una conversazione generale, del più e del meno, spaziando tra vari argomenti e senza fretta di arrivare al dunque.

Lockdown e storie virtuali

Non è difficile che, approdando su un sito dating, si incontri prima o poi una persona che stuzzica particolarmente la fantasia. A questo punto è giusto approfondire la conoscenza magari scambiandosi il telefono o il contatto Skype.

In questo modo, anche durante il più stringente dei lockdown, sarà possibile iniziare un’amicizia o anche una relazione sentimentale. E, perché no, se si instaura una giusta complicità e scatta la scintilla, dedicarsi al sexting. Ossia il sesso virtuale: con scambio di messaggi, foto e video.

Un modo per mantenere attiva la sessualità, per non perdere autostima né consapevolezza del proprio corpo e del proprio desiderio.

Molto spesso le relazioni nate così, tramite telefono e sesso virtuale, sfociano poi in veri e propri rapporti da vivere nella vita reale, appaganti e intensi. E non poche coppie, oggi sposate felicemente, si sono conosciute proprio in questo modo.

Insomma: il lockdown può fermare molte cose ma i sentimenti viaggiano lo stesso, spesso in rete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.