Tantra Yoga il Sesso Tantrico

Molti appassionati di Yoga, soprattutto a livello medio-alto quindi con qualche anno di esperienza alle spalle in questa disciplina, affermano strenuamente che la meditazione abbinata all’esercizio fisico abbia dei riscontri positivi anche sulle prestazioni sessuali.

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

In particolare, molte persone dicono di essersi avvicinate, anche grazie allo Yoga, al sesso tantrico. Di cosa si tratta? E’ vero che praticare Yoga può insegnare a sviluppare la capacità tantrica sessualmente parlando? Chiariamo tutti i dubbi!

Cos’è il sesso tantrico?

Ne parlò per la prima volta, anni fa, Sting. La celebre rock star rilasciò un’intervista shock, che fece il giro di tutti i rotocalchi internazionali ma destò così tanta curiosità da finire persino in prima pagina sui quotidiani e nei telegiornali.

Sting affermava di riuscire a fare sesso quasi quotidianamente per ben sei ore di fila. Per molti qualcosa di inconcepibile, di umanamente impossibile.

La curiosità sull’argomento iniziò a prendere piede e, poco a poco, si diffuse anche in Italia la cultura e la conoscenza del sesso tantrico.

yoga e sesso tantrico
Si tratta di una pratica, utilizzata fin dall’antichità principalmente dai popoli orientali, che sfrutterebbe la forza della mente e del controllo emozionale per potenziare la sessualità.
Per gli uomini questo significa:

erezioni più potenti;
capacità di mantenere l’erezione per moltissimo tempo;
cura di patologie della sfera sessuale come ansia da prestazione ed eiaculazione precoce;
periodo refrattario molto più breve della media.

Per le donne, invece:

scoperta di nuove zone erogene, incluso il punto G, che spesso nemmeno le donne riescono a identificare con precisione;
orgasmi più soddisfacenti, lunghi, intensi;
capacità di provare più orgasmi consecutivi, tutti ugualmente piacevoli;
cura di alcuni disturbi della sfera sessuale come anosgarmia, ansia, blocchi emotivi, vergogna, incapacità di eccitazione, secchezza vaginale.

In cosa consiste il sesso tantrico?

Le basi del sesso tantrico hanno origine a livello psicologico. Come tutti sappiamo la componente mentale è fondamentale per il buon sesso.

Tanti sono i fattori psicologici ed emozionali che possono influire su una prestazione sessuale rendendola insoddisfacente. Alcune cose possono far perdere l’erezione all’uomo e impedire alla donna di provare piacere. Per esempio:

l’incapacità di provare coinvolgimento e desiderio;
l’ansia;
l’insicurezza, magari provocata da rapporti fallimentari del passato;
la scarsa conoscenza del proprio corpo e della propria sensibilità sessuale;
un’educazione troppo rigida che ha instillato l’idea che il sesso sia immorale;
i sensi di colpa;
la paura di provare dolore e disgusto.

Tutti questi fattori emotivi negativi possono essere annientati grazie alla pratica dello Yoga e dello Yoga Tantrico, una specifica branca di questa disciplina che mira proprio a curare il chakra collegato alla sessualità, a sciogliere blocchi e pensieri limitanti, a ripristinare un sereno rapporto con i propri genitali ma anche con la zona cerebrale che regola l’approccio al sesso e all’orgasmo.

Lo Yoga Tantrico

In realtà il Tantra Yoga è strettamente correlato alla disciplina orientale classica.

Per comodità, alcuni esercizi spirituali e fisici specifici sono stati catalogati come “tantrici” per sottolinearne l’efficacia rispetto alla sfera sessuale.

Iscriversi a un corso di Yoga base e avvicinarsi gradualmente a questo stile di vita potrebbe dare comunque grandi benefici anche sul sesso fin dalle prime lezioni. Perché:

lo Yoga prevede delle meditazioni volte a far scorrere fuori dalla mente tutte le energie negative, lasciando spazio a flussi benefici e positivi;
l’esercizio fisico, che mira a migliorare equilibrio e postura, aiutano a prendere consapevolezza di ogni centimetro del proprio corpo, puntando il focus sull’accettazione della propria bellezza, sulla valorizzazione della propria avvenenza;
il benessere che si prova dopo una sessione di Yoga produce endorfine, sostanze che non solo fanno sentire bene ma che intensificano il desiderio sessuale.

Chi fa Yoga fa meglio l’amore?

Sì e questo è un dato di fatto, basato su statistiche decennali e su campioni di persone variegati, che comprendono uomini e donne di tutte le età e in tutte le situazioni sentimentali.

Imparare a controllare la respirazione, riconoscere le proprie emozioni, canalizzare le energie positive ed eliminare quelle negative aiuta anche nella pratica del sesso tantrico. Che è un sesso che coinvolge la coppia a diversi livelli e non solo fisico.

Nel sesso tantrico, ad esempio, ci si concentra soprattutto sulle sensazioni, sui sentimenti, sulle vibrazioni che i due componenti della coppia riescono a trasmettersi con o senza penetrazione.

Quando si fa questo tipo di sesso il tempo non deve più esistere (proprio come quando si medita) e si vive nel “qui e ora” (principio fondamentale del pensiero filosofico orientale).

Ansie, paure, appuntamenti: tutto deve sparire dalla mente e si deve essere coinvolti al 100% in ciò che si sta facendo. Concentrandosi sul proprio corpo e su quello del partner, nutrendosi dei suoi sospiri, del suo piacere, dei suoi gemiti, si è in grado di mantenere l’erezione anche per ore (se si è uomini) e di provare più e più orgasmi senza che questi perdano in qualità se si è donne.

Vuoi provare il Tantra Yoga? Ecco tutto ciò che devi sapere!

Se il discorso ti sta incuriosendo e adesso non vedi l’ora di provare a praticare Yoga Tantrico per godere poi di tutti i suoi benefici a livello sessuale, ecco alcuni suggerimenti utili:

il sesso tantrico si basa soprattutto su mente ed emotività. Se sei una persona molto fisica dovrai lavorare su te stesso per spostare il focus dal piacere genitale a quello fisico. In questo caso è consigliabile scegliere un corso di Yoga che punti soprattutto al lavoro di meditazione e respirazione. Questo servirà a imparare a controllare il proprio corpo, a utilizzare al meglio le proprie pulsioni, amplificandole e gestendole nel migliore dei modi per provocare piacere a se stessi e al partner.
E’ importante, nel sesso tantrico, utilizzare la fantasia perché facendo l’amore per molte ore di seguito bisognerà proporre molte posizioni, per evitare la noia. Quindi sarà utile lavorare anche sul corpo, sull’elasticità muscolare, sulla flessuosità e sull’equilibrio, per poter giocare e sperimentare tutti i suggerimenti del Kamasutra senza disagio e con agilità.
Per affrontare al meglio una giornata o nottata di sesso tantrico bisogna assolutamente avere la mente sgombra da qualsiasi condizionamento. Che si tratti degli insegnamenti cattolici della famiglia o da una brutta esperienza avvenuta pochi giorni prima, è fondamentale imparare a vivere nel “qui e adesso” godendo di ciascun minuto del gioco sessuale senza che negatività e paletti mentali si mettano di traverso a rovinare il momento.

Per raggiungere questa capacità è fondamentale imparare, nei corsi di Yoga, la tecnica migliore per ripulire e riformattare il proprio pensiero conscio e inconscio.

Generalmente si giunge a questo risultato grazie a una serie di esercizi di rilassamento e meditazione, a volte supportati dalla recitazione di mantra o preghiere.

Cosa si raggiunge con il sesso tantrico?

Praticare sesso tantrico significa:

prendere piena consapevolezza dei propri desideri, appetiti e voglie sessuali;
scoprire anche le fantasie più nascoste nel proprio inconscio, quelle che spesso non si confessano neanche a se stessi;
imparare ad amare e usare il proprio corpo;
apprezzare e amare il corpo del compagno/a;
utilizzare meglio la propria fisicità;
convogliare positivamente le emozioni;
raggiungere erezioni veloci e potenti, mantenerle anche per ore;
risolvere tutti i problemi di ansia da prestazione ed eiaculazione precoce;
ottenere orgasmi più ravvicinati e più intensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.