Sesso in piedi: tutti i consigli utili per farlo bene

Il sesso è uno dei più grandi piaceri della vita ma, come tutte le cose, soprattutto nelle coppie rodate o durante i primi appuntamenti, è anche visto come un modo di impressionare positivamente l’altro, di soddisfarlo, di fare buona impressione e di evitare che diventi una noiosa routine che spinga il partner a cercare soddisfazione altrove.

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

Ecco perché è importante vivere la propria sessualità in maniera sempre creativa e diversa, per se stessi e per il proprio compagno o compagna.

Il sesso in piedi è una scena spesso vista nei film passionali perché rappresenta la passione, l’urgenza, la voglia di incontrarsi senza aspettare più nemmeno un minuto, senza neanche percorrere quei pochi metri che separano dal divano o dal letto. Come farlo bene ed evitare situazioni imbarazzanti o defaillance?

Perché il sesso in piedi così eccitante?

L’immagine del sesso in piedi è sempre molto eccitante e trasgressiva. Ci sono diversi motivi che giustificano l’entusiasmo verso questa posizione.

  1. Si tratta di un’icona, utilizzata anche cinematograficamente. In moltissimi film d’amore, infatti, c’è la classica scena della coppia che entra in casa e fa immediatamente sesso contro la porta appena chiusa. Rappresenta l’urgenza, la voglia, la passione che scoppia così forte da non poter attendere. Quindi richiama tutta una serie di emozioni e sensazioni fondamentali per la riuscita di un buon amplesso. Ci si sente desiderati, bramati, apprezzati.
  2. Stare in piedi durante il sesso, soprattutto per le donne, può aiutare nel raggiungimento dell’orgasmo. La pressione che gli organi interni provocano verso il basso contribuisce a stimolare le contrazioni e le percezioni sessuali, rendendo più facile e veloce il raggiungimento del piacere.
  3. La posizione in piedi obbliga a restare più vigili e lucidi cerebralmente, rispetto a quella sdraiata che è più rilassante, quindi rende i movimenti più vivaci e aiuta anche a pensare alle mosse da fare. Un cervello più sveglio e attivo, perché non può rilassarsi dovendo sostenere la posizione eretta del corpo, dà come diretta conseguenza più pensiero, più fantasia, più reattività.
  4. Stando in piedi la pressione sanguigna non subisce il calo fisiologico che avviene quando ci si sdraia e questo può contribuire, per gli uomini, a raggiungere un’erezione più potente e duratura.
  5. Stare con le spalle al muro, per alcuni, è una fantasia erotica molto stimolante, che richiama sensazioni di leggera sottomissione che, durante un amplesso, possono risultare particolarmente eccitanti.

consigli sul sesso in piedi

I pericoli del sesso in piedi

Tuttavia, nonostante il sesso in piedi abbia, come abbiamo appena visto, diversi vantaggi sia a livello fisico che percettivo, farlo include anche delle difficoltà che potrebbero trasformare la performance in un momento di disagio.

Questo perché è possibile scivolare, inciampare, non riuscire a sostenere la partner e quindi rischiare di farle male.

Quali sono tutti i trucchi per replicare perfettamente una delle splendide scene cinematografiche che hanno acceso sensi e fantasie senza fare figuracce e senza rovinare tutto?

Tre consigli per farlo bene

  1. Togliersi le scarpe. Nonostante qualcuno possa sentirsi particolarmente stimolato cerebralmente dall’idea di fare sesso con una donna che conserva vestiti e tacco dodici, il consiglio è di togliere le scarpe, subito o dopo i preliminari. In questo modo si avrà una stabilità maggiore pur non avendo rinunciato all’eccitazione iniziale.
  2. Se la penetrazione in posizione eretta diventa difficile e complicata, per esempio per una differenza importante di statura, è meglio sollevare la partner facendola sedere su un piano, ad esempio un tavolo, oppure sostenendola mentre è appoggiata con la schiena al muro. Naturalmente questa posizione particolare è indicata a persone in grado di reggere questa situazione e dipende dalla fisicità e dalla forza fisica di entrambi.
  3. Gli amanti del sesso in piedi non possono non provare, almeno una volta nella vita, l’emozione di farlo sotto la doccia. Il connubio tra le carezze del partner e il massaggio dell’acqua è in grado di provocare sensazioni molto forti e potenti, quindi di dar luogo a orgasmi più lunghi e intensi. Inoltre, poter accarezzare l’altro sfruttando l’impatto dell’acqua che rende le carezze più fluide e intense, aggiunge ulteriore piacere, il tutto unito all’uso di qualche sapone profumato che può ulteriormente stimolare a livello olfattivo e percettivo, rendendo il rapporto unico, diverso da quelli soliti, originale, creativo e per questo indimenticabile. Le fragranze più afrodisiache sono sicuramente quelle che arrivano da lontano: sandalo, patchouli, fiore di thiaré, frutti esotici, legno, muschio.

Le posizioni ideali per il sesso in piedi

Abbiamo visto che, soprattutto per chi non è particolarmente atletico, il sesso in piedi potrebbe rappresentare una difficoltà.

Ci sono comunque delle posizioni che lo rendono più semplice e accessibile anche a coloro che vogliono sperimentare qualcosa di nuovo pur essendo abituati a una sessualità più comoda e canonica.

Ad esempio è possibile provare la posizione da dietro, facendo appoggiare la partner contro il muro. In questo modo la si può tenere per i fianchi senza bisogno di sollevarla e si riesce a raggiungere la penetrazione più facilmente.

Un’altra posizione molto semplice è quella di far appoggiare la partner a un tavolo o un piano di lavoro, in modo che possa piegarsi e agevolare ancora più facilmente la penetrazione, avendo anche a disposizione un appoggio sicuro e stabile.

Piccoli trucchi che aiutano non solo a regalare una performance più sicura e meno traballante, cosa che potrebbe anche risultare poco sexy e virile, ma che regalano quella tranquillità mentale e quella sicurezza psicologica in più che serve assolutamente se si desidera raggiungere un’erezione duratura ed efficace e un orgasmo soddisfacente e prolungato.

Quando preferire il sesso in piedi

Naturalmente non c’è mai una regola per scegliere una posizione rispetto all’altra.

Il sesso va vissuto sempre liberamente e fatto seguendo l’istinto del momento, l’ispirazione che può dare la situazione o il/la partner.

Tuttavia, il sesso in piedi può essere l’idea vincente se si desidera stupire il compagno o la compagna di sempre, al ritorno da una serata o da un’uscita, soprattutto se ultimamente le performance tra le lenzuola sono diventate un po’ ripetitive e sempre meno frequenti.

A volte basta davvero poco per riaccendere una scintilla che si è intiepidita e per ridare nuovo vigore e fuoco a una relazione che minaccia di spegnersi.

Il sesso in piedi è anche una delle modalità più consigliate alle giovani coppie appena formate, proprio per quello che dicevamo all’inizio: dà l’idea dell’urgenza, del desiderio irrefrenabile e questi due ingredienti assolutamente necessari per far partire alla grande una nuova relazione, soprattutto se è basata principalmente sull’attrazione fisica e non è ancora entrata in quella sfera più affettiva ed emozionale che pretende e chiede un approccio più delicato, romantico e introspettivo.

Ovviamente, se si conosce poco il partner o la partner è bene porre attenzione alla sua reazione: se ci si accorge che questa modalità irruenta e intensa non è gradita è importante saper fare un passo indietro e tentare un approccio meno aggressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.