Sesso durante il ciclo, si può fare? Sfatiamo i falsi miti!

Il ciclo mestruale è ancora un tabù per moltissime donne. Per gli uomini, spesso, è invece un discorso misterioso che non comprendono perfettamente.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Secondo alcuni sondaggi fatti a ragazzi delle scuole superiori, è emerso che addirittura molti adolescenti temono le mestruazioni e assumono atteggiamenti differenti nei confronti delle proprie fidanzate durante quei giorni.

Pensare che nel 2019 ci sia ancora gente che non ha un rapporto sereno e naturale con un evento fisiologico come il ciclo femminile fa capire quanto si sia ancora poco aperti mentalmente rispetto a tutto ciò che concerne l’intimità e la sessualità.

Il ciclo mestruale: facciamo chiarezza

Cominciamo quindi con lo spiegare esattamente cos’è il ciclo mestruale. Si tratta di un processo fisiologico e naturale che interessa tutte le donne in età fertile quindi dagli 11-12 anni fino ai 50-55.

fare sesso durante il ciclo

Alla nascita ciascuna donna ha un numero di ovuli che, durante la pubertà, maturano lentamente. Ogni mese l’ovaio libera uno di questi ovuli che inizia a scendere lungo le Tube di Falloppio verso l’utero dove può essere fecondato e dare inizio a una gravidanza. Se la fecondazione non avviene, l’ovulo continua la sua discesa e si distrugge. A questo punto viene espulso, ogni 28 giorni, sottoforma di sangue e muco che fuoriesce dalla vagina.

La mestruazione è quindi la conclusione del ciclo mestruale femminile ed è anche considerato periodo a basso rischio di gravidanza. Questo non significa (lo diciamo soprattutto per i più giovani) che è possibile fare sesso non protetto. Il corpo umano non è una macchina precisa. Anche durante la fase di espulsione dell’ovulo non fecondato potrebbe esserci già in atto la successiva ovulazione.

Cosa succede alle donne durante il ciclo mestruale

Il fatto che le donne lamentino disagio e dolore nei giorni del mestruo è forse uno dei principali motivi che “spaventa” gli uomini e li rende diffidenti di fronte a questo fenomeno naturale. Per questo motivo è importante spiegare come si sente una donna quando ha le mestruazioni. Premetto che si parla di donne sane, senza particolari patologie o problemi.
Ecco i principali sintomi mestruali:

il livello di estrogeni cala drasticamente quindi è possibile provare nervosismo, scarso desiderio sessuale, insonnia, malumore;
si ha più ritenzione idrica, perché lo sbalzo ormonale influisce negativamente sulla sintesi del sodio a livello delle ghiandole surrenali (cortisolo). Molte donne, durante il ciclo, si vedono più gonfie e grasse e questo fa passare loro la voglia di esporsi agli sguardi del proprio uomo;
si può soffrire di malessere generale, mal di testa, dolori addominali o crampi e mal di schiena.

Tuttavia, il ciclo non è una malattia e le donne mestruate possono condurre una vita normalissima anche in quei giorni, sesso incluso.

Fare sesso durante il ciclo: si può?

La risposta è: assolutamente sì. Fare sesso durante i giorni delle mestruazioni non ha nessuna controindicazione né può comportare alcun tipo di problema fisico.

Perché allora molte donne rifiutano l’idea o, in quelle specifiche giornate, rifiutano il partner? Semplicemente per i motivi appena elencati: non si sentono in perfetta forma, il crollo estrogenico comporta nervosismo e irritabilità quindi non sono psicologicamente predisposte a concedersi il piacere né a occuparsi sessualmente del proprio compagno.

Naturalmente non tutti i mesi (e non per tutte le donne) le cose vanno così. Quindi può essere che il desiderio sessuale arrivi anche durante le mestruazioni e, in questo caso, fare sesso è da considerarsi la cosa più normale del mondo.

Fare sesso durante il ciclo: ci sono differenze?

Fare sesso durante il ciclo mestruale è sicuramente un’esperienza leggermente diversa dal sesso in assenza di mestruazioni. Ci sono alcune differenze:

le donne, quando hanno il mestruo, acuiscono la propria sensibilità. Ciò vuol dire che potrebbero non gradire le carezze sul seno, per esempio, poiché questo può provocare dolore. In compenso, la stimolazione clitoridea e vaginale può essere più piacevole del solito e gli orgasmi più completi e appaganti e più semplici da raggiungere;
durante il ciclo si può avere una leggera modificazione dell’odore personale, a causa del cambiamento ormonale;
quando si hanno le mestruazioni la vagina è ovviamente più umida, quindi la penetrazione risulta più agevole e semplice. Generalmente, in fase di ciclo, le donne sono più propense a provare orgasmi clitoridei che non vaginali.

I falsi miti sul ciclo

In questo paragrafo daremo risposta a tutte quelle domande che in molti si pongono ma che, spesso, hanno vergogna o timore di fare.

  1. È vero che il sangue mestruale è potenzialmente portatore di infezioni?
    Sì ma non per l’uomo. Molti uomini, infatti, temono che il sangue delle mestruazioni, ricco di batteri in quanto prodotto di un ovulo “in distruzione” possa trasmettere malattie batteriche. Questo è vero per la donna. Durante il ciclo le donne sono più esposte a vaginiti o cistiti, perché l’ambiente vaginale è più sensibile e meno ricco di flora batterica buona (che viene espulsa insieme al sangue). Per l’uomo invece non c’è nessun tipo di pericolo.
  2. Fare sesso durante il ciclo espone a maggior rischio di malattie sessualmente trasmissibili, come ad esempio l’HIV?
    No. Il rischio resta immutato rispetto ad altri giorni. Il sangue mestruale non è prodotto da una ferita aperta o di un’abrasione ma semplicemente l’ovulo che si è disgregato e viene espulso dal corpo femminile.
  3. Il sangue mestruale è poco igienico?
    Non più del liquido vaginale o dello sperma. Gli ambienti come la vagina, l’ano, il pene o la bocca non sono mai “zone sterili” perché ricchi di mucose, nelle quali proliferano continuamente batteri. Il fatto che la donna abbia le mestruazioni non la rende “meno pulita” degli altri giorni.
  4. Fare sesso durante il ciclo può danneggiare l’utero o la vagina, più sensibili in quei giorni?
    Assolutamente no, nonostante moltissime ragazze lo pensino e ne abbiano timore.

Come si modifica il piacere sessuale nei giorni del ciclo

Come sempre, il piacere e il desiderio sessuale sono cose molto soggettive quindi non tutte le donne reagiscono allo stesso modo e ognuna ha le sue preferenze e le sue personalissime sensazioni. In generale però, la maggiore sensibilità al dolore che si sperimenta durante le mestruazioni, paradossalmente, acuisce anche il piacere.

I recettori sensoriali del dolore, infatti, sono gli stessi del piacere. Ecco perché a molte persone piace provare un po’ di dolore durante l’atto sessuale. Questa maggiore sensibilità permette alla donna di provare, quando è mestruata, orgasmi più intensi.

Molto importante è, in quei giorni, avere una delicatezza maggiore quando si tocca, accarezza o stimola sessualmente una donna, proprio perché il confine tra dolore fisico e piacere orgasmico è piuttosto sottile.

Prediligere le pratiche che stimolino il piacere clitorideo anziché quello vaginale e seguire le indicazioni della propria partner. Ogni donna, infatti, reagisce in modo diverso alle stimolazioni sensoriali e modifica le proprie percezioni anche in base alla produzione ormonale personale.

Come sempre, il dialogo e la complicità sono fondamentali per riuscire a godere insieme sotto le lenzuola. Anche in quei giorni, non c’è niente di meglio che cercare di trovare un equilibrio nella coppia, magari anche cambiando le solite abitudini e schemi sessuali e adeguandosi alle esigenze della partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.