Il sesso dopo i 60 anni: un tabù da abbattere

Il desiderio sessuale si perde come si perde la giovinezza? Assolutamente no. Eppure, nonostante ormai la società abbia sdoganato tanti vecchi tabù sul sesso, per molte persone mature ammettere di avere ancora sani impulsi fisici è spesso motivo di imbarazzo se non di vera e propria vergogna.

iscrizione su incontri-casuali.eu

La verità è che una recente inchiesta ha scoperto che molte storie iniziate in tarda età finiscono proprio perché i partner non hanno il coraggio di ammettere di desiderare di avere ancora un’attiva e soddisfacente vita sessuale.

La voglia di sesso passa dopo una certa età?

Gli stereotipi da barzelletta vorrebbero trasmettere il messaggio che la menopausa segna la fine dell’appetito sessuale femminile e i 60 anni decretano l’impotenza maschile. Non c’è nulla di vero in tutto questo. Il desiderio fisico, fine a se stesso o accompagnato da sentimenti più profondi, accompagna ognuno di noi fino al nostro ultimo giorno di vita.

il sesso dopo i sessant'anni
E’ pur vero che, maturando, anche la sessualità cambia e si modifica. Si hanno altre esigenze, diverse fantasie. Si tende a rallentare o a preferire alcune pratiche ad altre. Ciò non toglie che fare l’amore è qualcosa che provoca piacere a tutti, a prescindere dall’età.

Il sesso dopo la menopausa: come cambia la sensibilità femminile

La menopausa è una fase della vita femminile che, inevitabilmente, comporta dei cambiamenti fisici. Non è vero, però, che tra i sintomi e i fastidi che può provocare ci sia anche il calo del desiderio sessuale. Anzi.

Molte donne, messa da parte la paura di una gravidanza indesiderata, riscoprono proprio dopo i cinquant’anni una leggerezza e una leggiadria nello sperimentare le pratiche sessuali che non avevano neanche da ragazze.

Vediamo insieme come può cambiare il fisico con la menopausa e come questi cambiamenti possano influire, in maniera positiva o negativa, sull’appetito sessuale:

modificazioni ormonali. Alla fine dell’età fertile le donne producono meno estrogeni, che sono gli ormoni deputati alla maturazione degli ovuli. Nonostante questo, però, la produzione estrogenica non termina del tutto perché serve a mantenere i caratteri sessuali femminili secondari. Ecco perché le donne mature perdono quella “voglia sessuale” che contraddistingue il periodo ovulatorio ma resta in loro un desiderio fisico meno intenso e più costante. Come dire: non si hanno più “picchi” ma si può godere della voglia del partner in maniera più equilibrata;
cambi di umore, che possono portare sì a momenti in cui ci si sente più stanche e depresse ma anche a fasi in cui invece si avverte una piacevole euforia, che può tramutarsi anche in serate particolarmente piccanti in ottima compagnia;
modificazioni metaboliche, che comprendono anche l’avere più energie in determinati momenti della giornata. Energie che si possono investire anche in parentesi romantiche da dedicare al proprio compagno.

Come cambia la sessualità negli uomini maturi

E per quanto riguarda i signori? E’ vera la diceria che la virilità non conosce terza età? In effetti, sì.

Un uomo è in grado di avere rapporti sessuali a qualunque età e, proprio per questo, non perde il desiderio praticamente mai.

I problemi di erezione non sono, infatti, collegati all’avanzare dell’età ma hanno altre cause, purtroppo spesso riscontrabili anche in ragazzi giovani.

Detto questo, è giusto dire che un uomo maturo può riscontrare alcuni cambiamenti a livello sessuale. Ad esempio:

potrebbe volerci più tempo per raggiungere l’erezione e stimolazioni più lunghe. Questo dipende dalla circolazione e dalla pressione sanguigna che, dopo una certa età, non sono più così efficienti;
ci si mette più tempo per raggiungere l’orgasmo ma questo non è affatto una brutta notizia, anzi, permette di avere rapporti più lunghi e più soddisfacenti per la partner.

Parlare di sesso in una coppia matura è immorale?

Purtroppo si ha questa concezione, arcaica e superata, che una coppia di persone mature non dovrebbero pensare al sesso. Si tende a credere che l’amore dopo una certa età sia fatto solo di momenti romantici, di “farsi compagnia”, di impegno e dedizione reciproca nella quotidianità. Non è così.

Il sesso fa bene in qualunque fase della vita e una vita sessuale piena rende più forti i sentimenti anche quando a provarli sono due persone non più giovanissime. Non si deve avere paura, quindi, di manifestare a un nuovo compagno o compagna l’attrazione che si prova nei suoi confronti e a proporre un rapporto che contempli anche l’approccio fisico.

Un’inchiesta fatta recentemente ha intervistato diverse coppie formate da persone sopra i 60 anni. Si parla di persone che, dopo aver chiuso un precedente matrimonio o aver perso l’amore della vita, hanno deciso di ricominciare insieme a una nuova persona.

Si è scoperto che la maggior parte di queste coppie stentavano a tentare l’approccio sessuale per vergogna o imbarazzo ma, entrambi i componenti della coppia stavano pensando di lasciar perdere proprio a causa della mancanza di sesso.

Piacere al proprio partner, sentirsi desiderati e godere della sessualità è un istinto primordiale, naturale, umano. Come la fame e la sete. Non “termina”, non ha una scadenza. L’errore, tra le persone non più giovanissime, è proprio quello di volersi, in qualche modo, reprimere per paura che l’altra persona non gradisca.

Invece, con i propri tempi e le proprie modalità, anche le coppie che hanno superato i sessant’anni possono fare sesso e trarne immensa soddisfazione, esattamente come facevano a venti, trenta e quarant’anni!

ll sesso su internet dopo una certa età

C’è un altro aspetto da considerare ed è quello del sesso virtuale, pratica molto in voga grazie ai social, alle chat, ai siti di dating.

Una donna o un uomo non più giovanissimi, che però sono tecnologici e al passo con i tempi e hanno voglia di provare il sesso virtuale, non dovrebbero porsi alcun problema. Qualche consiglio per vivere delle divertenti e stimolanti avventure online:

evitate di spacciarvi per persone più giovani. Il rischio è quello di conoscere qualcuno che possa piacervi sul serio e, a quel punto, precludervi una splendida occasione a causa di una sciocca bugia;
presentatevi per quello che siete, con le vostre foto reali e parlando sinceramente. Il sesso virtuale va fatto sempre con rispetto reciproco e anche una persona non più giovanissima può piacere e accendere i sensi, senza bisogno di camuffarsi;
se non la ve sentite di fare giochi troppo spinti, magari con qualcuno più intraprendente o più giovane, non abbiate paura di manifestare il vostro dissenso e di orientare la conversazione sessuale su argomenti meno hot e più delicati.

Abbiamo quindi capito che il sesso si può fare a qualsiasi età, senza doversi nascondere o vergognarsi. L’importante è rispettare sempre i propri desideri e quelli del proprio compagno o compagna.

Una storia, quando è completa di tutti gli elementi che la rendono unica e speciale, è sempre un ottimo investimento di tempo e sentimenti.

Non è detto che solo i giovani debbano divertirsi, fare nuove conoscenze, sperimentare la sessualità online o avere rapporti dal vivo. Sono cose che possono fare tutti e, oggigiorno, nessuno dovrebbe più credere che qualcuno che è già nonno non possa, nel tempo libero, dedicarsi ai piaceri della vita con la propria persona del cuore.

Se, invece, a causa di retaggi culturali o di un’educazione troppo rigida, sentite di non aver raggiunto la giusta confidenza nei confronti del sesso, esistono nei consultori degli specialisti proprio in sessualità matura. Non è mai troppo tardi per cominciare a godere appieno delle gioie della vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.