Seduzione e sesso: quali sono i gesti più erotici in assoluto?

Quando si ha davanti un uomo o una donna, come si fa a capire se sono attratti, interessati sessualmente? Esistono dei gesti, anche fatti in modo non intenzionale, che nascono dalla voglia di seduzione e di sesso? La risposta è sì, e alcuni sono davvero sorprendenti perché mai lo si penserebbe!

iscrizione su incontri-casuali.eu

Imparare a decifrare il linguaggio del corpo è molto utile per i rapporti sociali, sentimentali o per le classiche avventure sessuali. Capire se la persona che abbiamo di fronte è interessata, da un punto di vista meramente fisico, aiuta molto.

I gesti della seduzione

Quando ci si sente attratti da qualcuno è naturale mettere in atto alcune strategie di seduzione. Anche inconsciamente, si prova il desiderio di far capitolare l’oggetto del proprio desiderio, di colpirlo.

quali sono i gesti della seduzione
Il piacere del gioco della seduzione sta tutto qui: cercare di scoprire se l’altro ricambia l’attrazione, vedere fino a che punto ci si può spingere, cogliere tutti quei messaggi più o meno subliminali che potrebbero diventare il preludio di una notte di sesso appagante, coinvolgente, unico.

Come si fa a capire se qualcuno sta cercando di sedurci? Bisogna imparare a decifrare il linguaggio del corpo.

Spesso, è difficile esprimersi a parole. Si rischierebbe di risultare aggressivi, invadenti, inopportuni. Per non parlare del rischio di un rifiuto, che potrebbe essere imbarazzante, doloroso e umiliante. Se si impara, invece, a decodificare i messaggi che gli altri trasmettono tramite alcuni gesti e posture, tutto diventa più semplice! E anche divertente, perché no.

La donna che vuole sedurre

Quando una donna si sta interfacciando con un uomo che le piace, e con cui spera di poter andare a letto prima possibile, ci sono alcuni gesti che fa in maniera naturale, quasi senza rendersene conto.

Lo fissa negli occhi. Per le donne, il sesso passa anche e soprattutto attraverso la fiducia. Difficilmente una donna deciderà di fare sesso con un uomo che le crea disagio o imbarazzo. Per questo, se una donna riesce a guardare fisso negli occhi un uomo, a reggere il suo sguardo a prescindere dal discorso che sta facendo, significa che si sente tranquilla, sicura e rilassata. Il che è un ottimo ingrediente di seduzione.
Si tocca i capelli. Attorcigliare una ciocca di capelli tra le dita ricorda, vagamente, l’atto sessuale. Quando si fa sesso, infatti, i capelli generalmente sono liberi sul cuscino e il partner può infilarci dentro le mani, tirarli, scompigliarli, giocarci. Questo gesto richiama proprio quei momenti di grande passione ed è un messaggio piuttosto chiaro.
Si morde le labbra, fa smorfie usando la lingua, si passa la lingua sulle labbra. Anche questo gesto ha un forte richiamo al bacio, al sesso.
Gioca con i braccialetti o con l’orologio, rigirandoli sul polso. Il bracciale sul polso ha un retro concetto che richiama la penetrazione. Far girare i braccialetti sul braccio, spostarli su e giù, con noncuranza, mentre si chiacchiera, può essere un gesto di grande seduzione.
Tocca la persona con cui sta parlando. Se mentre parla con un uomo, una donna tende a toccargli la spalla, il ginocchio o le mani, può essere considerato un invito. Generalmente le donne sono molto gelose del loro spazio vitale e non amano il contatto fisico con persone verso cui non provano attrazione. Se sono le prime a cercarla, evidentemente, quella persona stimola il loro desiderio.

L’uomo che vuole sedurre

Quali sono, invece, i gesti tipicamente maschili, che fanno capire che quell’uomo sta provando un forte desiderio verso la donna con cui sta chiacchierando magari di tutt’altro?

Si sistema i capelli. E’ un gesto correlato al concetto di “sistemarsi, farsi bello”. E’ un porre l’accento sulla propria avvenenza, sul proprio aspetto, quasi a dire: “Guarda come sono curato, pulito, in perfetto ordine, sono piacente”.
Si tocca il mento, si accarezza la barba e la bocca. Per un uomo, toccarsi il viso è un segno di concentrazione. Spesso lo fanno mentre studiano, mentre sono totalmente presi da qualcosa che li coinvolge a livello intellettuale e cerebrale. Se un uomo continua a carezzarsi il viso e le labbra mentre parla con una donna significa che è molto preso, che la sua attenzione è totalmente catalizzata e catturata.
Sbircia le forme della donna che ha di fronte. L’uomo ha una sessualità molto visiva. Per gli uomini, la vista è il senso più rappresentativo e importante del desiderio sessuale. Non è vero che “guardano tutte”, questa è una generalizzazione che non rende onore agli uomini. In genere, quando il loro sguardo cade ripetutamente su un seno, su un fianco o su una curva femminile, è perché hanno già deciso che quella donna stuzzica il loro desiderio sessuale e quindi sentono il bisogno di guardarla più volte.
E’ concentrato sulla conversazione. Il livello di attenzione maschile è generalmente più basso di quello femminile. Infatti, difficilmente tra maschi si fanno conversazioni lunghissime o infinite sullo stesso argomento ma, piuttosto, si trova una soluzione pragmatica in poche battute. Quando un uomo, mentre parla con una donna, non si distrae ma si dimostra veramente coinvolto, significa che prova attrazione. Se non si perde a controllare ogni due minuti il telefono, se non guarda l’orologio o si guarda attorno, se non interrompe la conversazione per parlare di altro o fare domande non pertinenti, è sicuro che è cotto a puntino.

La seduzione quanto conta nel sesso?
Il sesso passa anche per la seduzione. L’attrazione fisica non è fatta esclusivamente di estetica. Anzi. I gesti e i comportamenti seduttivi risultano spesso più sexy di un corpo perfetto, di gambe chilometriche o pettorali scolpiti.

Molte donne, ad esempio, dichiarano che andrebbero più volentieri a letto con uno sconosciuto dotato di un tono di voce carezzevole e una gestualità delicata, piuttosto che con uno dal fisico perfetto e impeccabile.

Allo stesso modo, molti uomini possono letteralmente perdere la testa per una donna che si accarezza il collo, le spalle in un certo modo e restare totalmente indifferenti di fronte a una bella come una modella ma meno intensa.

E una volta sedotta la preda?

La seduzione non si consuma solo al tavolino di un bar o su una pista da ballo. Se l’attrazione si concretizza e si finisce per fare sesso, anche lì bisogna continuare a essere seduttivi.

Questo non solo permetterà di vivere un’avventura fisicamente appagante e indimenticabile ma anche di mantenere vivo il gioco e preparare il terreno per un secondo incontro e, perché no, per sperare che il tutto sfoci in una vera e propria relazione. Cosa vuol dire essere seduttivi durante il sesso?

Cercare di complementare l’atto sessuale con parole, sospiri, gemiti. La voce è uno strumento di seduzione senza pari, così come l’udito e l’orecchio una zona erogena di molti.
Mantenere il contatto visivo anche mentre si fa sesso. Guardarsi negli occhi è importante, crea un legame, una complicità.
Essere attenti al/alla partner, dimostrando così tutto l’interesse e il coinvolgimento.
Fare in modo che non sia “solo sesso” anche se si tratta di un’avventura di una notte. Non lesinare complimenti, incoraggiamenti, ringraziamenti. Anche se si parla di una breve trasgressione, è importante far sentire il/la partner speciali in quel momento. E’ fondamentale che il sesso occasionale non sia un “mordi e fuggi” ma rimanga un ricordo non solo di piacere fisico ma anche di feeling condiviso, di sentimenti seppur fugaci e consumati velocemente.

La seduzione è un’arte. I più grandi seduttori e seduttrici della storia sono, ancora oggi, icone imprescindibili dell’immaginario erotico di tutti. Pensiamo a Casanova, a Messalina, a Cleopatra.

Non è necessario essere belli canonicamente per essere seduttivi e attrattivi sessualmente. E, soprattutto, è possibile scoprire chi sta cercando di sedurci anche se, per timidezza o altri motivi, non lo dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.