La frigidità femminile e l’eiaculazione precoce sono paragonabili?

Il sesso è un argomento che accomuna tutti, a partire dalla prima adolescenza fino alla tardissima età. Si tratta di uno degli aspetti più sensibili e coinvolgenti della vita di ognuno, quindi è abbastanza logico che se ne parli sempre volentieri e si tenda a voler comprendere, analizzare, scoprire e conoscere ogni singolo dettaglio e risvolto del tema.

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

Ad esempio, spesso si desidera capire se ciò che proviamo sia comprensibile e condiviso dal partner, sia per quanto riguarda il piacere sia per quanto riguarda le eventuali difficoltà e i possibili disagi che la sessualità può far scaturire.

Quante volte ci siamo chiesti se la frigidità femminile abbia un corrispettivo maschile? La risposta ovvia è che potrebbe essere rappresentato dall’eiaculazione precoce. E’ davvero così?

La frigidità femminile e l’eiaculazione precoce sono paragonabili?

Frigidità femminile

Cosa significa, per una donna, essere frigida? Esiste un grande tabù su questa parola, spesso usata anche come insulto e a totale sproposito.

La frigidità femminile è, nella maggior parte dei casi, una vera e propria patologia che può avere cause fisiologiche e organiche o psicologiche.

Una donna frigida prova, generalmente, normali e sani impulsi e desideri sessuali ma, all’atto pratico, non riesce a raggiungere l’orgasmo e, molto spesso, neanche l’eccitazione e la lubrificazione vaginale.

Cause fisiologiche della frigidità:

patologie di origine ormonale, ad esempio aumento della prolattina (ovaio policistico, sindrome della policistosi ovarica o adenomi ipofisari prolattino-secernenti) che è l’ormone che le neo-mamme producono in surplus per avere il latte. L’aumento di questo ormone inibisce l’orgasmo e questo, in Natura, ha una motivazione specifica: evita che i mammiferi possano concepire nuovamente quando hanno un cucciolo molto piccolo a cui dedicare cure;
ipotiroidismo, che rallenta tutte le funzioni fisiologiche e quindi anche quelle sensoriali;
vaginiti o patologie a carico della vagina, che possono rendere i rapporti poco piacevoli e dolorosi, così come malformazioni congenite o subentrate dopo un intervento chirurgico locale o il parto vaginale;
infezioni, anche latenti, alle vie urinarie che possono impedire la produzione di secrezioni e la lubrificazione, rendendo così poco agevole la penetrazione.

Cause psicologiche della frigidità:

traumi di tipo sessuale, ad esempio violenze subite o esperienze poco piacevoli avute durante l’adolescenza o durante la “prima volta”;
brutto rapporto con il sesso, a causa di un’educazione rigida o di principi morali molto restrittivi;
complessi personali, come la paura di non piacere, di non essere avvenenti, di non essere un’amante molto brava e fantasiosa;
paure legate al sesso, di varia origine e natura.

Eiaculazione precoce

L’eiaculazione precoce consiste nel non riuscire a protrarre un rapporto sessuale per un tempo sufficientemente lungo affinché la partner riesca a raggiungere l’orgasmo. Anche in questo caso esistono cause sia fisiologiche che psicologiche che possono comportarla.

Cause fisiologiche dell’eiaculazione precoce:

incapacità di contenere l’emozionalità e l’eccitazione sessuale, tipica dei ragazzi alle prime esperienze o molto giovani e degli uomini, anche adulti, che si trovano ad approcciare una nuova compagna per la prima volta. L’adrenalina si produce autonomamente in queste situazioni e l’uomo nulla può farci;
problemi ormonali, ad esempio disfunzioni a livello di produzione di testosterone;
patologie a carico dei testicoli;
disfunzioni a carico dell’ipofisi, anche in questo caso può essere presente un anomalo incremento della produzione di prolattina;
problematiche a livello della prostata, soprattutto quando l’eiaculazione precoce si manifesta improvvisamente in età adulta, dopo i 40 anni.

Cause psicologiche dell’eiaculazione precoce:

insicurezza e paura di non riuscire a soddisfare la partner;
dubbi e incertezze a livello personale, ad esempio la paura di non avere un pene abbastanza grande, di non essere sufficientemente virili e potenti, di avere una scarsa forza sessuale;
problematiche irrisolte nel rapporto di coppia, ad esempio quando si fa l’amore dopo una lite o quando si hanno problemi come la paura di essere traditi o non abbastanza amati e stimati.

Frigidità ed eiaculazione precoce sono comparabili?

Possiamo dire che quanto la frigidità femminile quanto l’eiaculazione precoce sono disfunzioni della sfera sessuale che possono avere cause simili, ossia ormonali, organiche o psicologiche. Quindi, da questo punto di vista, sì, troviamo delle similitudini abbastanza importanti.

Tuttavia non dobbiamo mai dimenticare, nonostante oggigiorno è fondamentale che viga la parità di genere sia a livello giuridico che sociale, che donne e uomini non sono uguali. Soprattutto a livello emotivo ed emozionale, la sensibilità femminile differisce moltissimo da quella maschile e il sesso è una cosa che si basa solo ed esclusivamente su emozioni, sensazioni, interpretazioni personali e molto soggettive.

Quindi, a un’analisi più profonda, non è corretto dire che una donna frigida vive la stessa situazione di un uomo con eiaculazione precoce.

Anche il trattamento e l’approccio terapeutico sono molto diversi, soprattutto se si scopre che le cause di questi problemi hanno origine nella psiche e non in un curabile problema fisico.

Perché frigidità femminile ed eiaculazione precoce sono due fenomeni profondamente diversi?

La frigidità femminile crea, nella donna, una sensazione di frustrazione dovuta dalla mancanza. Una donna che non riesce più a raggiungere l’orgasmo, o che non l’ha mai conosciuto, si sente privata e depauperata di un suo naturale diritto, di qualcosa che tutti possono sperimentare per rendere la propria vita migliore e più soddisfacente e di cui lei è privata.

Le donne che, per qualche motivo, sperimentano la frigidità subiscono un dolore paragonabile alla mancanza di maternità, di soddisfazione e realizzazione lavorativa, di perdita e lutto se prima, invece, erano in grado di provare piacere.

Gli uomini con eiaculazione precoce, invece, provano comunque l’orgasmo ad ogni rapporto. Per un uomo il piacere non dipende dalla lunghezza dell’amplesso ma semplicemente dal momento in cui eiaculano. Quindi, che lo facciano dopo pochi minuti o dopo lunghe ore di preliminari, il picco orgasmico è identico, ugualmente soddisfacente e intenso.

Di contro, sperimentano una sensazione di inadeguatezza, perché si rendono conto di non riuscire a rendere felice la compagna.

Le reazioni

Per questo, la reazione più tipica della donna che soffre di frigidità è quella di chiudersi in se stessa, mortificarsi e, in molti casi, questo può sfociare in asocialità, anaffettivà e depressione. La donna frigida tende ad allontanare da sé il pensiero del sesso, per evitare di soffrire pensando a qualcosa che pensa di non poter vivere.

L’uomo con eiaculazione precoce, invece, può reagire sviluppando rabbia e aggressività, dimostrandosi “maschio alfa” con gli atteggiamenti perché si sente poco abile a letto. Tende, al contrario, a cambiare continuamente partner, nella convinzione che la colpa del suo problema possa essere della compagna frettolosa, poco abile o poco creativa sessualmente.

Cosa fare?

Il sesso è come l’appetito: fisiologico e naturale. Quando si ha un problema con il cibo (poca fame, troppa fame, scarso o eccessivo assorbimento di nutrienti) è necessario andare dal medico e verificare che non ci sia qualche problema di tipo fisico. Allo stesso modo, quando si hanno dei disagi di tipo sessuale, controllare lo stato di salute è il primo passo da compiere per trovare una soluzione.

Come abbiamo detto prima, infatti, spesso frigidità ed eiaculazione precoce dipendono da disfunzioni ormonali o problematiche organiche che, una volta curate, fanno sparire il problema.

Se un check up esclude qualsiasi tipo di problema fisiologico e la frigidità o l’eiaculazione precoce persistono, è importante decidere di intraprendere un percorso di analisi, con un sessuologo, per comprendere come mai il proprio corpo rifiuta il sesso (frigidità) o lo vive così intensamente da non riuscire a protrarlo per il giusto tempo (eiaculazione precoce).

Sono due disagi assolutamente trattabili e guaribili, l’importante è prenderne atto e affrontarli con serenità e consapevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.