Lo yoga è davvero adatto a tutti?

Lo Yoga è una disciplina di cui negli ultimi anni si parla veramente tanto. Antichissima e conosciuta da millenni, in Italia ha però preso piede massivamente solo da qualche anno, provocando però entusiasmo per tutti i benefici che apporta.

iscriviti ora su incontri-casuali.eu

Attualmente, le iscrizioni ai corsi specifici sono in costante aumento e tutti coloro che si sono approcciati a questa filosofia orientale che riequilibra mente e corpo ne raccontano gli effetti positivi e la consigliano. Tanti, però, restano i dubbi: è difficile? E’ adatta a tutti? E’ molto costosa? Scopriamolo insieme!

Chi può praticare Yoga?

Lo Yoga può essere praticato da chiunque. Non c’è alcuna controindicazione. Esistono anche corsi per bambini e adolescenti che, tuttavia, sono da ponderare accuratamente.

Questo perché lo Yoga è una disciplina che richiede una grande consapevolezza interiore e la capacità e la volontà di abbinare agli esercizi fisici un percorso di studi e un viaggio all’interno del proprio “io”. Quindi, per i ragazzi, può risultare noioso o poco comprensibile.

lo yoga è per tutti
A partire dall’età adulta, però, quindi 18 anni fino alla terza età, lo Yoga può rappresentare un ottimo modo per prendersi cura di sé.

Naturalmente, come per tutte le discipline sportive, esistono vari livelli di corso. Che si sia principianti, esperti o che si voglia accedere a corsi più professionali e ancora più efficaci, non c’è problema. Tutte le palestre che offrono corsi di Yoga hanno a disposizione vari livelli, in modo da potervi accedere a prescindere dal proprio grado di conoscenza e preparazione.

Lo Yoga è solo per donne?

Quando si parla di discipline contemplative, ossia che prevedano anche l’abbinamento dell’emotività e della psicologia alla semplice attività fisica, vige ancora il pregiudizio che sia “una cosa da ragazze”. Non è assolutamente così. Prova ne è che i più grandi istruttori di Yoga a livello mondiale sono uomini.

Questa disciplina può essere praticata indipendentemente dal genere e apporta grandi benefici sia se applicata a mente-corpo femminile sia al maschile.

Gli uomini, generalmente, preferiscono scaricare stress ed energia supplementare dedicandosi a sport più impattanti a livello muscolare e metabolico. Il che può essere un’ottima idea per mantenersi in forma. Tuttavia, dedicare almeno un’ora alla settimana allo Yoga potrebbe anche aumentare la performance in altri campi sportivi.

Quanto costa un corso di Yoga?

Un altro dubbio che fa desistere molte persone dall’iscriversi a un corso di Yoga è la paura del prezzo.

In effetti, i corsi specializzati tenuti da istruttori rinomati, magari in ambienti o club “in” possono essere piuttosto costosi.

Tuttavia, al giorno d’oggi, moltissime palestre offrono, tra le varie alternative, corsi di Yoga a costi assolutamente accessibili, equiparabili a qualunque altra attività sportiva o compresi nell’abbonamento annuale, laddove presente.

E’ difficile praticare Yoga?

Se ci si iscrive a un corso base, pensato per chi inizia ad avvicinarsi a questa disciplina, non si dovrebbe avere alcun tipo di difficoltà.

Gli esercizi per principianti sono molto semplici e, soprattutto, la gradualità fa parte della filosofia orientale e viene sempre rispettata, utilizzata e messa in pratica. Per spiegarla con parole semplici:

l’istruttore mostra la posizione Yoga da raggiungere;
ogni allievo può tentare di riprodurla come meglio riesce;
non è importante raggiungere la perfezione subito ma si possono riprodurre le posizioni per step, passando a quello successivo solo quando ci si sente pronti e sicuri.

Come tutte le discipline orientali anche lo Yoga ha come valore fondamentale la pazienza. Ci si possono mettere anche settimane prima di raggiungere la capacità di realizzare la posizione perfetta e questo non conta assolutamente ai fini della buona riuscita.

Non è il tempo che diventa importante ma “il viaggio”. Ossia la caparbietà e l’impegno di continuare a provare fino a superare il proprio limite e raggiungere l’obiettivo.

Questa è anche una grande regola di vita che, una volta imparata e fatta propria, può aiutare in tutti gli ambiti. Pazientare, credere in se stessi, provare e riprovare fino a riuscirci nel migliore dei modi.

Cos’è lo Yoga di coppia?

Forse avrete sentito parlare della possibilità di praticare Yoga insieme al proprio partner. In effetti, il “percorso a due” è estremamente stimolante per le coppie.

Gli esercizi proposti servono a rafforzare intesa, feeling e fiducia tanto a livello mentale quanto a livello fisico.

A furia di ripeterli, se fatti con convinzione e dedizione, possono aiutare a comprendere i limiti e i pregi dell’altro, a rafforzare il legame e ad aumentare stima reciproche e fiducia. Non solo. Lo Yoga rende più flessuosi fisicamente, il che può servire per provare posizioni nuove anche sotto le lenzuola, con più naturalezza e semplicità. Inoltre:

la concentrazione sul proprio corpo, e sul fluire dell’energia all’interno di esso, aiuta a scoprire nuovi punti erogeni, ad identificare meglio quelli già conosciuti, a comprendere cosa effettivamente piace e cosa no anche a livello sensoriale;
la meditazione aiuta a focalizzare eventuali problematiche anche sentimentali e sessuali e, di conseguenza, a trovare soluzioni;
l’aumento dell’autostima aiuta il dialogo, in quanto si avrà più facilità nel chiedere, nel confrontarsi.

Tutte queste evoluzioni psico-fisiche possono, in maniera tangibile, agire positivamente sul rapporto sentimentale e sessuale.

Yoga di coppia e sesso

Moltissime coppie che praticano Yoga possono testimoniare quanto questa filosofia di vita possa incrementare e rendere più vivace e soddisfacente la relazione sessuale.

Lo Yoga, che unisce a esercizi fisici anche momenti di respirazione e meditazione, aiuta anche a fare un vero e proprio viaggio all’interno del proprio “io”. Questo ha molti benefici:

aiuta a migliorare la consapevolezza di sé;
elimina blocchi energetici, anche a livello sessuale, che possono interferire con l’emotività e rendere meno spontanee le proprie reazioni, anche a letto. Pensiamo a quante persone si vergognano della propria nudità e quindi pretendono di fare sempre l’amore al buio, oppure hanno una mentalità un po’ chiusa per quanto riguarda il sesso e tendono a volerlo praticare sempre uguale, senza mai qualche innovazione un po’ pepata. Eliminare questi paletti mentali può senza dubbio rendere più disinvolti e disinibiti;
rafforza il legame di coppia e la fiducia, imprescindibile per sentirsi a proprio agio anche nei rapporti sessuali.

In conclusione, avvicinarsi allo Yoga non implica solo la buona scelta di dedicarsi alcune ore la settimana, per prendersi cura del proprio corpo, equilibrio e baricentro. Si tratta di voler cambiare stile di vita a partire dal proprio pensiero e da se stessi.

Quando si riesce a stare bene, ad amarsi, accettarsi e a far fluire le energie positive potenti dentro di sé, in modo da spazzare via le negative, si diventa effettivamente persone migliori, più consapevoli e anche più vogliose di godere di tutto il bello della vita.

Questo atteggiamento dà i suoi frutti anche a letto, rendendo il rapporto con il partner più vivace, pepato e spontaneo. In poche parole: migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.