I vantaggi della sveltina: quando fare sesso veloce e perché

La cosiddetta “sveltina” è un argomento che divide da sempre i gusti sessuali tanto degli uomini quanto delle donne. C’è chi lo ritiene un ottimo modo di dimostrare un momento di passione inafferrabile e coinvolgente e chi, invece, la guarda con sospetto, quasi come se fosse una mancanza di rispetto.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Dove sta la verità? Come sempre, nella soggettività. Tuttavia, la sveltina può avere dei significati e delle implicazioni emotive da non sottovalutare.

la sveltina o sesso veloce

Cosa si intende per “sveltina”?

“Sveltina” è un termine dello slang comune che indica un rapporto sessuale consumato in maniera veloce, animalesca, passionale e, iconograficamente, senza alcun coinvolgimento sentimentale. In realtà le cose non vanno sempre esattamente così, soprattutto in base alla propria sensibilità soggettiva. La sveltina ha delle caratteristiche ben precise:

è un rapporto, con penetrazione ma anche orale, che si consuma senza alcun preliminare né a livello di corteggiamento né a livello fisico;
dura poco;
non contempla la fase delle coccole e del dialogo al suo termine.

Per questi motivi, molte persone tendono a viverla come qualcosa di trasgressivo, di poco etico e scarsamente morale. Questo sempre per il solito discorso che siamo abituati a vivere il sesso come qualcosa di “sporco” o “proibito”, nonostante siamo ormai nel 2019 e la sessualità e il piacere che ne deriva siano stati abbondantemente sdoganati.

Esistono diversi tipi di sveltina

Parlando di sesso è impossibile fare delle classifiche e delle categorie. È un argomento troppo personale per pensare che esistano degli schemi pre-confezionati da seguire alla lettera per ottenere dei risultati identici.

Però possiamo fare una classificazione generica sulle tipologie di sveltine più comuni, ossia sui comportamenti sessuali che possono far immedesimare la maggior parte delle persone nella situazione.

  1. Con un partner casuale. Pensiamo, ad esempio, alla conoscenza di una persona in un locale, una discoteca, una balera, un piano-bar. Non è inusuale che tra due persone scatti immediatamente una chimica, una scintilla basata esclusivamente sull’attrazione fisica e sul desiderio, forte a tal punto da voler consumare tutto e subito.
  2. Con il partner abituale. Può succedere di fare sesso in maniera rapida e veloce, a volte anche per motivi puramente funzionali. Pensiamo, ad esempio, alle coppie con figli piccoli, che sono costretti a ritagliarsi attimi di intimità in base agli orari poco prevedibili di un neonato.
  3. Con l’amante. La sveltina per eccellenza, diventata anche macchietta cinematografica di molte gag televisive ridanciane, è forse quella che più ci turba e disturba. In effetti, però, nella vita reale succede proprio così. Quando si ha un amante è spesso necessario consumare il piacere in tempi ristretti e in ambienti poco consoni o scomodi. Eccitante da un lato, mortificante dall’altro.

La sveltina con un partner casuale

È sempre sbagliato concedersi un rapporto sessuale con qualcuno di appena conosciuto, che si basi esclusivamente su un desiderio fatto di attrazione e chimica immediata? Ovviamente no, se si parla di due adulti consenzienti.

Inutile negare che il sesso sia una pulsione che ha poco a che fare con l’educazione, la cultura, la razionalità. Succede, e anche piuttosto spesso, di conoscere qualcuno e non essere assolutamente coinvolti con il cuore o con il cervello ma di provare pura e semplice attrazione fisica, voglia di farci del sesso insieme, subito e senza nessuna implicazione diversa dal piacere. In questo caso la sveltina non è una scelta ma una necessità fisiologica, sentita da ambo i partner.

Nulla di male, quindi. A volte un’avventura che si consuma nell’arco di poche ore può comunque soddisfare e lasciare dei ricordi intensi e bellissimi, al pari di quelli di una storia più importante, lunga o impegnativa. Non bisogna sentirsi in colpa se è successo di vivere un rapporto di questo tipo. Fa parte della natura umana, della sfera emotiva.

La sveltina con il partner abituale

Paradossalmente, la sveltina con la moglie, il marito o il compagno di una vita è più “preoccupante” di quella che si fa per puro e mero desiderio.

In molti casi, quando una coppia rodata inizia a consumare il sesso in maniera frettolosa, questo atteggiamento nasconde un problema alla base. Le cause più comuni sono:

calo del desiderio ma, per non farlo capire al partner, ci si assicura qualche rapporto alla settimana. Tali rapporti saranno però consumati per “dovere coniugale” e non con la giusta voglia quindi saranno veloci, rapidi e vissuti sperando che il tutto finisca più velocemente possibile;
necessità di fare sesso ma poco desiderio nei confronti del partner, quindi si soddisfa la propria esigenza escludendo dal rapporto tutto ciò che non è funzionale a questo scopo.

Naturalmente, non è sempre così. Se ci sono motivi validi per la “sveltina coniugale” non c’è nulla di cui preoccuparsi. Ad esempio:

se si è costretti a fare sesso velocemente a causa degli impegni o dei figli, pensiamo alle coppie in cui uno lavora di giorno e l’altro di notte, oppure a chi vive con i suoceri;
se la sveltina è occasionale e ricalca le dinamiche di quella con un partner sconosciuto. In questo caso, c’è da dirlo, non c’è nulla di più sano, in una relazione fissa, del rapporto sessuale consumato in fretta e furia, in preda alla passione, prima di uscire per andare a lavoro.

La sveltina con l’amante

Qui si apre un immenso capitolo, pieno di infinite variabili. Avere un amante è già una decisione piuttosto particolare. Chi si lancia in una storia extra-coniugale sa perfettamente che ricaverà da questa situazione moltissimi benefici ma, anche, grandi limiti e rinunce.

Una su tutte riguarda proprio la sfera sessuale. I tempi stretti e la necessità di nascondersi portano spessissimo due amanti a dover consumare dei rapporti veloci e frugali. Da un lato questo è molto eccitante. Unisce il desiderio fisico al gusto per il proibito e può provocare sensazioni inimmaginabili con il partner fisso.

Per qualcuno, però, soprattutto se le “sveltine” sono l’unica maniera in cui il sesso viene consumato, la situazione può diventare a lungo andare frustrante e insoddisfacente.

Questo però non è tanto da attribuire alla durata e alla modalità del rapporto intimo quanto ai sentimenti che legano i due amanti.

Se ti trovi in una relazione di questo tipo e ti senti a disagio, probabilmente è perché non ti sta più bene essere amante e non tanto la voglia di avere rapporti sessuali più lunghi e attenti.

Il lato positivo della sveltina

Detto ciò, la sveltina ha i suoi lati positivi e i suoi vantaggi, non solo a livello psicologico ma anche fisico. Ad esempio:

soddisfa una fantasia che molti hanno, ossia fare sesso “selvaggio” senza doversi impegnare in preliminari e coccole. Per molte persone, avere di fronte qualcuno “subito pronto” innesca un’eccitazione molto intensa e particolare;
sottolinea una forte attrazione fisica, cosa che lusinga il partner e lo incoraggia ad approcci più numerosi ed intensi;
funge da valvola di sfogo perché fare sesso velocemente, con passione, aiuta a scaricare lo stress, le frustrazioni, le paure;
elimina il problema dell’ansia da prestazione che, spesso, inizia a farsi sentire proprio durante i preliminari perché si ha tanto tempo per “pensare” a cosa succederà di lì a poco.

Quindi non sempre la sveltina è qualcosa di negativo, a meno che, come detto prima, non diventi un’abitudine imprescindibile e faccia sospettare motivi particolari per cui il partner non gradisce rapporti più impegnativi e duraturi.

Statisticamente, tra l’altro, gli orgasmi generati da un rapporto consumato in pochi minuti sono più intensi per gli uomini e più numerosi per le donne.
Questo accade proprio perché non si ha tempo di ragionare troppo prima di arrivare al culmine dell’eccitazione e si tende a comportarsi, tra le lenzuola, in maniera più spontanea e istintiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.