Gli uomini adorano il seno delle donne: perché?

Il seno è la parte del corpo femminile sulla quale gli uomini pongono più spesso l’attenzione. Non solo. Si tratta anche della parte del corpo che le stesse donne considerano, curano e vogliono esaltare maggiormente.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Rappresenta l’emblema supremo della femminilità a 360°: la seduzione, la maternità, l’abbondanza, la bellezza, la morbidezza delle curve femminee. Ma perché? Esistono diversi motivi e cause che spiegano questo fenomeno e alcune hanno radici profonde e radicate in tempi antichissimi.

Il seno: perché è così importante ai fini della seduzione

Quando ancora non eravamo esseri umani evoluti, ragionavamo esattamente come gli animali, cioè in puri termini di riproduzione e perpetrazione della specie. In quei tempi antichi, quando ancora non avevamo raggiunto la posizione eretta e ci si spostava a quattro zampe, il maschio aveva come prima visione della femmina il suo posteriore. Quello era il richiamo visivo alla sessualità che, come abbiamo appena detto, all’epoca non era tanto un piacere quanto un bisogno primario a puro scopo riproduttivo.

il seno delle donne

Una volta conquistata la posizione in piedi, questo stimolo visivo è scomparso per il maschio. Il seno, però, ha più o meno la stessa conformazione dei glutei, due rotondità parallele e simmetriche. E, da in piedi, è la parte del corpo che arriva prima allo sguardo maschile quando due individui stanno uno di fronte all’altro.

Molti studi antropologici hanno appurato che il seno abbia sugli uomini un effetto tremendamente stimolante a livello sessuale proprio perché va a smuovere atavici ricordi legati all’amplesso.

In effetti il ragionamento ha senso. Soprattutto perché dobbiamo sempre ricordarci che la sessualità, ad oggi, è gestita sì dalla parte emotiva del cervello (emisfero sinistro, e non da quella cognitiva posta nel destro) ma è strettamente collegata al cervello rettiliano. Ossia la parte di cerebro più profonda e antica, molto piccola e che l’uomo non è ancora riuscito a studiare nei dettagli. Si sa per certo, però, che nel cervello rettiliano sono conservate informazioni risalenti a milioni di anni fa.

Una piccola parentesi sul cervello rettiliano e il sesso

In questa piccola porzione cerebrale l’essere umano conserva un patrimonio di ricordi legato alle origini. Studi autorevoli hanno potuto stabilire solo alcuni di questi. Si sa con certezza che nel cervello rettiliano albergano:

sensazioni legate ad odori primordiali, ad esempio quello di bruciato. Infatti, ai nostri avi serviva riconoscere l’odore di legna bruciata per scappare da eventuali incendi e a questo è collegato la paura naturale del fuoco;
sensazioni inspiegabili legate a determinati rumori, ad esempio l’ululato del lupo che mette inquietudine, gli scoppi, gli spari;
sensazioni legate ai bisogni primari, tra i quali il sesso. L’ossessione che uomini e donne hanno per il seno fa parte proprio di questo delicato e sofisticato sistema di ricordi. Il seno ricorda il posteriore delle femmine primitive, che scatenava nel maschio la voglia di accoppiamento e ha permesso alla razza umana di evolvere e conquistare il mondo.

Gli altri significati del seno

A parte l’interessante motivazione legata alle nostre origini, il seno piace tanto anche per motivi molto meno profondi e meno anacronistici. Innegabilmente, è la parte del corpo femminile che dona a tutta la figura la sua armonia e che lo differenzia da quello maschile.

Il corpo della donna, infatti, nell’immaginario erotico comune deve avere la forma sinuosa e curvilinea di una chitarra, con seno prosperoso, vita stretta e fianchi generosi. Queste curve lo distinguono dal corpo tipicamente maschile, ossia squadrato ma con torace ampio e fianchi molto stretti.

Gli elementi tipici della femminilità, quelli che mancano al maschio, stimolano in lui attrazione. Non a caso, un interessante (e a tratti simpatico e divertente) studio condotto sui giovani e le loro preferenze, evidenzia come i ragazzi dal fisico “tipicamente maschile” (per intenderci “i palestrati”) amino le donne formose piene di curve mentre quelli dal fisico più morbido e tondeggiante sembrano preferire le ragazze magrissime e androgine.

Strano, vero? Si sarebbe portati a pensare che un uomo muscoloso e fissato con il proprio fisico desideri una donna altrettanto tonica e sportiva mentre uno un po’ sovrappeso preferisca quelle più simili a lui. Invece è esattamente il contrario, almeno stando ai dati di questo sondaggio condotto da alcune facoltà di sociologia, psicologia e sessuologia.

A quanto pare, al “maschio tipico” piace la “femmina tipo” cioè morbida, curvilinea e con un corpo che sembra forgiato apposta per la maternità.

Il seno come simbolo di maternità

Non bisogna dimenticare poi, che il seno è anche la parte del corpo con la quale la donna allatta i figli. La suzione, per il neonato, è il primo vero e proprio piacere fisico della vita. Anche se non lo ricordiamo in maniera logico-razionale, le sensazioni piacevoli dell’allattamento restano impresse in ognuno di noi.

Quando un uomo vede un seno prosperoso, inconsciamente, il suo cervello gli riporta sensazioni di piacere, di sicurezza, di appagamento legate proprio alla sua primissima infanzia. In un uomo adulto questo si traduce in attrazione sessuale, perché sa che da quella parte del corpo femminile potrà trarre solo sensazioni ed emozioni positive e piacevoli.

L’erotismo del seno

A causa della somma di tutte queste motivazioni, ormai da millenni, il seno è diventato l’attrazione principale anche in campo erotico e sessuale. Ad oggi, tutte le cause ataviche e antiche sono andate un po’ perse ma di certo non è persa l’attrattiva che un seno abbondante e ben fatto ha sia sugli uomini che sulle donne.

Anche le donne etero, infatti, quando guardano un’altra ragazza e ne giudicano l’avvenenza tengono in altissima considerazione la misura, la forma e la tonicità del suo seno. Il seno è la prima parte del corpo che si tocca intimimamente durante i primi approcci, è quella che si espone per sedurre, è quella che un uomo vede durante un rapporto sessuale classico, nella posizione del missionario.

Non c’è quindi da stupirsi che la visione del seno provochi negli uomini sempre e comunque un’emozione, un sussulto e un richiamo all’erotismo e al sesso.

Bisogna avere un seno grosso per sedurre?

A fronte di tutto questo, molte donne si crucciano perché pensano che avere un seno piccolo, magari rovinato dall’età o dalle gravidanze, poco tonico o non perfetto precluda loro la seduttività. Non è assolutamente così.

L’uomo non guarda la perfezione sferica e la tonicità del seno ma la sua proporzione rispetto al resto del corpo. Quello che eccita l’uomo è il dondolio del seno, il suo sussulto, la sua morbidezza così diversa rispetto alla densità compatta del torace maschile. Inoltre, l’uomo è particolarmente attratto dalla pelle sottile e delicata del seno, dall’areola e dal capezzolo.

Quindi, anche se non si può vantare un seno perfetto non bisogna assolutamente nasconderlo o vergognarsene. Esibirlo è sempre una buona idea se si vuole risultare molto seduttive e stimolare pensieri erotici nel proprio compagno.

In effetti, al giorno d’oggi, l’intervento di chirurgia plastica al seno per renderlo più bello è quello che va per la maggiore tra le donne. La vera notizia, però, è che questo fa più piacere alle donne che non agli uomini. L’uomo infatti non ama particolarmente il seno rifatto perché perde tutte le caratteristiche che lo attraggono:

la morbidezza;
il dondolio;
il calore;
la grana della pelle sottile e setosa.

Come esibire il seno per sedurre

Vuoi far perdere la testa a un uomo mettendo in mostra il seno? La cosa migliore è sempre il “vedo non vedo”. La classica camicetta con i primi bottoni slacciati, che lascia intravedere il solco tra i due seni, è una delle immagini più erotiche in assoluto per un uomo.

Vanno bene, naturalmente, anche maglie molto sottili e aderenti, che delineano perfettamente la forma del seno senza scoprirli oppure tutta la lingerie in pizzo che copre lasciando però visibile molta pelle nuda. Sì anche alle scollature profonde ma discrete, con le quali si può giocare moltissimo. Ad esempio, abbassandosi, si offre al compagno una fugace visione del décolleté, senza però risultare volgari o troppo insinuanti.

Tutti questi gesti sono in grado di far impazzire di desiderio un uomo, per tutti i motivi che abbiamo elencato (inconsci) ma anche per la consapevolezza che, se una donna gli mostra un po’ il seno, sta cercando di sedurlo. Agli uomini, come ben sappiamo, piace da morire la donna che tenta di concupirlo, lo fa sentire importante e desiderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.