Le donne possono fare a meno del sesso?

Il sesso è un piacere, un vizio o una necessità primaria e biologica dell’essere umano? Nella società odierna questa domanda ha senso di esistere. Purtroppo, la visione del sesso “all’italiana” è ancora un po’ maschilista e retrograda.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Si pensa ancora che una donna che ama fare sesso, e lo dichiara senza vergogna, debba essere ritenuta facile, strana, perversa. Come se il sesso fosse considerato solo una pratica da utilizzare a scopo riproduttivo o per “assolvere al dovere coniugale”. Come stanno effettivamente le cose?

Si può fare a meno del sesso?

Il sesso è un’esigenza fisiologica, tanto delle donne quanto degli uomini. Nessuno può dire, a ragion veduta, di poter fare a meno del sesso. Quando questo accade c’è sempre un problema di base, dovuto alle più svariate cause.

donna senza sesso
Non si tratta di amare il sesso per puro piacere o divertimento. Il sesso fa parte dei bisogni primari dell’uomo, e della donna. La spiegazione è scientifica e adesso la vedremo insieme:

fare sesso stimola i recettori dell’ipofisi, una ghiandola posta alla base del cervello, che secerne diversi ormoni importanti;
tra questi si trovano le endorfine, tra cui l’ossitocina.

L’ossitocina è l’ormone del benessere. Viene prodotto quando si vivono situazioni di piacere e tranquillità, quando ci si sente bene, quando si è felici. Basti pensare che, durante il travaglio, alle donne viene somministrata per renderlo meno doloroso.

La produzione di ossitocina è fondamentale per l’equilibrio psicofisico. Se, per svariati motivi, questo ormone viene a mancare, si va incontro a situazioni piuttosto gravi di depressione e sindrome psicotica da ansia. La maggior parte dei farmaci per curare queste patologie è a base di ossitocina e altre endorfine, non a caso. Fare sesso regolarmente, più per le donne che per gli uomini, garantisce la salute mentale e l’equilibrio psicofisico.

Il valore psicologico del sesso

Le donne non possono fare a meno del sesso anche per un altro motivo, che prescinde da quello puramente biologico. Parliamo di autostima e di buon rapporto con se stesse e con il proprio corpo.

Nella società odierna, essere desiderabili a letto è una qualità e una conferma per la donna stessa. Viviamo d’immagine ormai, anche a causa della grande vetrina che i social rappresentano per ognuno di noi.

Se una donna non si sente apprezzata anche in quanto femmina non può essere felice ai giorni nostri. Sia che si parli di rapporti con il proprio compagno stabile, sia che ci si riferisca ad avventure occasionali, il sesso è, per una donna, la cartina di tornasole della sua femminilità e della sua avvenenza.

La maggior parte delle donne che si presentano negli studi degli psicologi o ai consultori, accusando svariati disagi, hanno nella loro personale sintomatologia la carenza di attività sessuale. Ecco cosa succede quando una donna fa poco sesso:

a livello biologico e organico non riesce ad avere costanti e regolari picchi di ossitocina, che sono fondamentali per garantire il corretto funzionamento dell’asse ormonale femminile;
a livello psicologico non si sente attraente, amata, desiderata.

Questo mix di problematiche può comportare, a lungo andare, conseguenze piuttosto spiacevoli, tra le quali:

depressione;
ansia;
criticità verso se stesse;
calo di autostima;
comportamenti ossessivo compulsivi per cercare di contrastare i sintomi sopra-citati. Tra i più comuni: bulimia, anoressia, eat bindge (alternanza di digiuni e abbuffate).

Ricordiamo sempre che cibo e sesso sono strettamente correlati e questa è un’altra prova che la sessualità, esattamente come la nutrizione, è un bisogno primario dell’essere umano.

Le donne possono vivere bene senza fare sesso?

La risposta, schietta e netta, è no. Le donne, come tutti gli esseri umani, hanno bisogno di avere una vita sessuale appagante e soddisfacente per vivere bene.

Tuttavia, esistono alcune donne che sostengono di non avere bisogno del sesso e di poter vivere di altro. Quando una donna dichiara una cosa del genere questo va considerato come un campanello d’allarme. Nel senso che è sicuramente sintomo di un problema di fondo, probabilmente anche piuttosto importante. Statisticamente, le donne che dicono di poter vivere anche senza sesso hanno i seguenti problemi irrisolti:

un passato traumatico, ad esempio a causa di molestie o abusi;
un passato problematico, per esempio la loro prima volta può essere stata sgradevole o la relazione sessuale con l’ex non le ha soddisfatte;
problematiche a livello di autostima, sia fisica che psicologica;
irrisolti con la figura paterna.

Quando una donna dice che non le piace il sesso c’è sempre qualcosa che ha traviato questo istinto naturale, sano e assolutamente fisiologico. A volte il problema può essere una piccola sfumatura che, però, ha creato un grosso blocco.

Per esempio, una ragazzina bullizzata a scuola per il suo aspetto, probabilmente diventerà una donna che non ama il sesso e l’approccio fisico. Altresì, una donna che ha avuto un uomo che la criticava per il suo modo di fare l’amore, potrebbe cominciare a provare repulsione per la sessualità e decidere di vivere senza praticarla.

Le donne che vivono bene la loro sessualità lo dicono

Le donne non possono fare a meno del sesso. La sessualità è una parte importantissima della vita. Il sesso conferma, rilassa, fa stare bene. Le donne sane ed equilibrate, ai giorni nostri, non hanno nessun problema nel dichiarare, anche pubblicamente, di amare il sesso e di praticarlo con soddisfazione. Non c’è niente di male in questo, anzi, denota una mentalità libera e un sano equilibrio mentale e psicologico.

Ci sono poi delle eccezioni, che possono riguardare alcuni periodi della vita, in cui anche una donna sana può effettivamente non provare interesse per il sesso senza che questo sia motivo di preoccupazione. Quali sono? I seguenti:

durante la gravidanza, a causa degli squilibri ormonali che tendono a placare il desiderio sessuale in quanto non è più presente l’ovulazione e quindi è soppresso l’istinto riproduttivo;
nel post gravidanza, soprattutto se si instaura un leggero stato di “baby blues”, conosciuto anche come depressione post-partum;
in periodi particolarmente impegnativi dal punto di vista pratico o lavorativo, causa stanchezza;
all’inizio di una relazione.

Perché le donne non provano il desiderio di fare sesso all’inizio di una storia?

Premesso che non è sempre così, succede spesso che le donne non abbiano fretta di fare sesso all’inizio di una relazione. Questo può essere considerato normale. Una donna, per abbandonarsi all’atto sessuale, deve avere soprattutto fiducia nell’uomo con cui andrà a letto. Se non c’è sufficiente conoscenza, questa caratteristica potrebbe venire a mancare.

Di contro, ci sono le storie che invece cominciano esclusivamente sulla base dell’attrazione fisica. In questo caso, anche la donna non vedrà l’ora di sperimentare l’approccio fisico. Come sempre dipende dalle singole situazioni e circostanze. Il concetto, però, è che alle donne il sesso serve per il proprio benessere, esattamente come accade per l’uomo.

Fare sesso volentieri non è una vergogna

Ora che abbiamo spiegato persino le motivazioni mediche e scientifiche per le quali è lecito che alle donne piaccia il sesso, speriamo che nessuna ragazza si senta più in difetto nel dichiarare, senza timore alcuno, di essere un’amante delle pratiche sessuali.

Non c’è niente di male nell’ammettere di fare sesso volentieri e di non poterne fare a meno. Non fare sesso, infatti, provoca problematiche a livello sia fisico che mentale. Questo conferma il fatto che, se una donna ammette di non poter rinunciare al sesso, sta semplicemente dimostrando di essere una donna sana e psicologicamente equilibrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.