Ansia da prestazione sessuale: tutto ciò che devi sapere

L’ansia da prestazione è una manifestazione nervosa che può compromettere non solo la riuscita di un singolo rapporto sessuale ma addirittura la serenità della persona che ne soffre. Non interessa solo gli uomini, al contrario di ciò che si pensa, ma anche le donne. Affrontiamo l’argomento più nel dettaglio.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Cos’è l’ansia da prestazione

L’ansia da prestazione è annoverata come una vera e propria patologia psicologica nella sfera dei disturbi comportamentali dell’ansia e, in qualche caso, della depressione.

ansia da prestazione sessuale
Non interessa solo gli uomini e non è delimitata alla sfera sessuale. Infatti, chi si rivolge a uno specialista per un consulto sull’ansia da prestazione sessuale, presenta quasi sempre anche uno o più dei seguenti sintomi correlati:

difficoltà di socializzazione, timidezza;
poca autostima;
paura nel parlare in pubblico;
manifestazioni ansiose in altri ambiti della vita (esami, prestazioni professionali, nuove esperienze).

Quindi, se soffri di ansia da prestazione sessuale è possibile che tu debba analizzare questo fenomeno contestualizzandolo in un’area più ampia della tua vita. Probabilmente il problema non è strettamente legato alla sessualità ma ha origini più profonde.

Questo, da un lato, è una buona notizia perché significa che non c’è alcun impedimento oggettivo affinché tu possa vivere una soddisfacente vita sessuale ma, semplicemente, la necessità di rivedere alcune tue convinzioni inconsce o modo di affrontare le situazioni.

Ansia da prestazione maschile

La maggior parte dei soggetti affetti da ansia da prestazione sessuale sono uomini. Il dato è però sfalsato. Perché? Perché in realtà, l’ansia sessuale è più visibile nell’uomo, che non può nasconderla, quindi è obbligato ad ammettere il problema. Ecco come si manifesta:

disfunzione erettile, cioè non si riesce ad ottenere l’erezione anche se si prova fortissima attrazione per la donna che si ha di fronte e si ha molta voglia di avere un rapporto;
difficoltà nel mantenere l’erezione;
spesso anorgasmia, cioè non si raggiunge l’orgasmo e non si eiacula;
sudorazione profusa;
confusione mentale;
azzeramento della salivazione.

Purtroppo, in queste condizioni è impossibile avere un rapporto sessuale e spesso il tutto si risolve con una grande mortificazione dell’uomo. Il pericolo è che l’uomo inizi a dubitare della propria virilità o, peggio ancora, pensi di avere una patologia più complessa come per esempio l’impotenza.

I casi di impotenza che si sono risolti brillantemente curando l’ansia sono tantissimi. Questo ci dà l’idea di quanto la mente possa influire negativamente sul corpo, soprattutto nell’ambito sessuale, discorso molto delicato.

L’ansia da prestazione femminile

Come abbiamo detto all’inizio, moltissime donne soffrono di ansia da prestazione anche se, in questo caso, la si può nascondere e avere comunque un rapporto sessuale. Solo per questo motivo l’ansia da prestazione della donna sembra essere meno comune di quella maschile. I sintomi sono i seguenti:

scarsa o nulla lubrificazione vaginale;
sensazione di disagio;
difficoltà nel comportarsi spontaneamente durante il rapporto;
non raggiungimento del piacere.

Anche in questo caso il rapporto non è soddisfacente. Non solo. Può addirittura risultare sgradevole o doloroso. A lungo andare, questa condizione costringe la donna a rifiutare il sesso e quindi a privarsi di una parte importantissima della vita.

Da cosa deriva l’ansia da prestazione?

L’ansia sessuale può avere due radici d’origine:

un carattere ansioso in generale, che quindi si ritorce anche nella sfera sessuale;
scarsa autostima o brutto rapporto con il proprio corpo.

Negli uomini le cause sono spesso da ricercare nella paura di non essere abbastanza virili o “maschi”, dalla convinzione di non avere le “misure” giuste o la giusta potenza sessuale.

Nelle donne, invece, predomina la paura di non essere abbastanza belle o desiderabili. Come vedete, il problema non è affatto correlato al sesso ma, piuttosto, è un discorso di autostima e amore verso se stessi.

Come si cura l’ansia da prestazione

L’ansia da prestazione sessuale va inquadrata in un disegno più ampio. Quando si vive una situazione del genere è importante rivolgersi a uno psicologo, non tanto a un sessuologo. Questo perché molto probabilmente il lavoro non andrà eseguito sul singolo episodio sessuale ma a più ampio spettro sul proprio modo di affrontare la vita.

Sarà probabile che il professionista decida di iniziare un percorso a ritroso, andando a scovare tutti i motivi che hanno portato il soggetto a non stimarsi né amarsi né piacersi. Inoltre, si dovrà lavorare sulla sicurezza in se stessi, questo sia in ambito sessuale che sociale che professionale. Una volta risolto il problema di fondo, ansia sessuale e prestazionale spariranno da sole.

Qualche trucco

Nel frattempo, si può mettere in atto qualche trucco per superare l’impasse nell’immediato. Uno degli esercizi più quotati ed efficaci per fronteggiare l’ansia e riuscire ad avere un rapporto sessuale è quello di prendere tempo.

Dar spazio ai preliminari aiuta il corpo a entrare nell’ottica del sesso ma, soprattutto, tranquillizza la mente. Le endorfine che si sviluppano durante il petting, infatti, hanno un potere calmante sul nervosismo. Sia che siate uomini sia che siate donne, se vi rendete conto che i vostri rapporti sono insoddisfacenti per colpa dell’ansia da prestazione, pretendete lunghi preliminari prima di dedicarvi al sesso vero e proprio.

Un altro modo molto utile per superare queste situazioni è quello di estraniarsi dal pensiero del rapporto sessuale. Bisogna provare ad azzerare i pensieri e non entrare nel vortice del “ce la farò a raggiungere l’erezione? Ce la farò a soddisfarla? Riuscirò a eiaculare né troppo presto né troppo tardi?”.

Queste sono, in realtà, le domande inconsce che aggravano il problema. Cercate di svuotare la mente dai pensieri e fatevi guidare esclusivamente dalle sensazioni fisiche. Seguendo la naturalità delle proprie risposte fisiologiche senza viziarle con pensieri pesanti e terrorizzanti, probabilmente il problema si risolverà all’istante.

Il dialogo

Inutile dire e ribadire che il dialogo, in una coppia, è una parte fondamentale che interessa anche la sfera sessuale. Se si soffre di ansia da prestazione e, quindi, il sesso non è soddisfacente, è importantissimo parlarne con il proprio partner.

A volte proprio esponendo chiaramente il problema si vanno a interrompere quei meccanismi mentali per cui si genera l’ansia. Dirlo, infatti, potrebbe automaticamente azzerare la problematica in quanto ci si libera da questo fardello che, come un gatto che si morde la coda, genera altre ansie che vanno a sommarsi a quelle di base.

La maggior parte delle terapie per l’ansia prestazionale, infatti, prevede anche degli incontri di coppia. In questo frangente i due partner sono tenuti a dirsi chiaramente ed esplicitamente alcune cose. Ad esempio, la donna potrebbe rassicurare l’uomo sulla sua virilità, sulla sua bravura come amante, sulle dimensioni del suo pene.

L’uomo, dal canto suo, può confermare alla sua donna di provare attrazione e di amare il suo corpo. Molto spesso tutti i problemi di ansia sessuale si risolvono esclusivamente così. Non è raro, infatti, che questa situazione si manifesti in coppie di lunga data. A volte l’abitudine, la ripetitività, fa in modo che i partner non si sentano più in dovere di avere attenzioni l’uno per l’altra. Questo può essere decodificato dall’altro come una diminuzione di interesse, attrattiva o piacere e ripercuotersi sulla propria autostima.

Sono meccanismi molto sottili, che spesso si innescano a livello inconscio e senza che ci si accorga neanche di quanto sta accadendo. Fortunatamente si possono bloccare e invertire facilmente. Se ti senti ansioso, o ansiosa, quando stai per avere un rapporto con il partner, per prima cosa diglielo. Nella maggior parte dei casi, facendo così, il problema si risolve immediatamente e senza conseguenze future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.