Amore in chat: tutto quello che devi sapere per gestirli al meglio

Siamo nell’epoca in cui tutto si fa tramite pc o smartphone e, sempre più spesso, anche gli amori viaggiano attraverso la fibra ottica. Per molte persone, innamorarsi in chat è ancora un tabù.

iscrizione su incontri-casuali.eu

Nel corso di questo articolo vedremo insieme perché non è assolutamente giusto vergognarsi di praticare l’amore tramite una chat e come si può fare per renderlo reale o, in alternativa, gestirlo in maniera equilibrata e proficua anche per lunghissimo tempo.

Cosa si intende per amore in chat?

Si sa. Finita l’età dell’adolescenza e della scuola, dove è molto semplice incontrare gente nuova al liceo, all’Università, in palestra o in discoteca, per i single questo è un periodo storico piuttosto complicato.

innamorarsi in chat

Tra la vita frenetica che non lascia molto spazio da dedicare a se stessi, le vecchie compagnie di amici che si sfaldano o che sono rappresentate solo da persone in coppia e l’età che non permette più alcuni comportamenti, trovare un partner può essere davvero difficile.

Le chat, i siti di dating e i social sono effettivamente l’ancora di salvezza contro la solitudine di tantissima gente e non andrebbero mai demonizzati ma sempre visti come un’opportunità d’oro. Purtroppo, soprattutto per la generazione dei 40-55enni, questo metodo d’approccio nasconde ancora molti tabù e dubbi. Quali sono le paure che si provano e che ci si vergogna addirittura di confidare a se stessi?

  1. “Trovare qualcuno in chat è da sfigati!”
    No, assolutamente. Che ci crediate o no tantissime coppie si sono formate grazie a un primo contatto sui social o sui siti di incontri. Parliamo anche di coppie famose e del mondo dello spettacolo. Basti pensare a tutti i date-show trasmessi attualmente dalle nostre reti televisive. Praticamente, tutti quei personaggi si sono conosciuti grazie a un like su Instagram e sono addirittura approdati in televisione, diventando famosi e apprezzati da un vastissimo pubblico.
  2. “Se ho bisogno della chat vuol dire che nella vita reale nessuno mi vuole.”
    Falso. Nella vita reale è semplicemente meno facile, attualmente, approcciare le persone. Non si ha più l’abitudine di fermare una donna o un uomo per strada o al bar per scambiare due chiacchiere oppure offrire un caffè. Nell’epoca del 3.0 la quasi totalità delle persone incontrano gente nuova utilizzando i siti di dating, le app e i social.
  3. “Le relazioni virtuali non sono vere”.
    Anche questo non è corretto. Al di là dello schermo c’è una persona in carne ed ossa, con sentimenti reali. Il pc o il telefonino sono solo uno strumento per raggiungerli e nient’altro. Non cambia niente. Un amore nato su un sito di incontri non è meno “vero” di uno nato sul posto di lavoro.

Innamorarsi in chat

Come nasce l’amore in chat? Effettivamente, il meccanismo che porta a innamorarsi di qualcuno scrivendogli o scambiando messaggi su una pagina elettronica è lievemente diverso da quello che accade quando ci si incontra vis à vis. Per esempio, negli incontri che avvengono fisicamente, si è colpiti soprattutto da:

fisicità;
odore e profumo;
movimenti e modo di gesticolare;
voce;
sguardo.

In chat, invece, non si è “distratti” da tutti questi elementi e l’interesse scatta soprattutto per:

modo di scrivere;
concetti espressi;
parole utilizzate e scelte.

L’amore in chat non contempla l’attrazione fisica quindi?

Molte persone sono fermamente convinte che in amore l’attrazione fisica sia un elemento fondamentale e imprescindibile. Hanno ragione. Statisticamente, secondo i sessuologi più esperti e moderni, non può esistere una vera e propria relazione sentimentale senza che i due componenti della coppia si piacciano fisicamente.

Se manca l’attrazione si possono vivere splendide amicizie, matrimoni tranquilli basati sulla stima e sull’affetto ma non una storia passionale e coinvolgente nella sua interezza. Abbiamo detto che i punti attrattivi principali dell’amore in chat sono, tendenzialmente, basati sulla personalità, sul carattere e sulla dialettica.

Sfuma quindi l’attrazione? No, visto che oggigiorno, con pc e cellulari si possono inviare centinaia di foto, video o immagini. Sentirsi attratti da una fotografia o essere completamente coinvolti da un breve video di una persona è non solo possibile ma addirittura normale. Forse più facile che provare attrazione per una persona in carne e ossa.

Gestire l’amore in chat: come fare?

Ok. Vi siete conosciuti, scambiati dei pensieri, adesso siete innamorati e non vi siete mai visti. Come si porta avanti una storia di questo tipo, magari con l’intenzione di renderla reale e arrivare a un incontro? Ecco qualche suggerimento:

non fare l’errore di dare poca importanza a un rapporto del genere. Se si sta frequentando una persona in chat e si prova un sentimento forte, la storia va gestita esattamente come si farebbe con una frequentazione classica. Fatevi sentire ogni giorno, siate presenti, non dimenticate mai attenzioni e complimenti quotidiani;
non pressare l’altro per incontrarvi ma aspettate con pazienza che maturino i tempi. Purtroppo, l’unico limite dell’amore in chat è che con un click si viene bloccati e si rischia di perdere per sempre l’opportunità. Se si spaventa l’altra persona con un atteggiamento aggressivo o insistente, si rischia proprio questo;
cercate di far maturare il rapporto, seguendo gli step applicabili a una relazione via chat. Se partite, per esempio, solo scambiandovi messaggi scritti, puntate a farvi inviare una foto, poi un video. Se partite parlando di voi e della vostra vita, puntate a spostare, a poco a poco, l’argomento sul sesso e sull’amore.

Gli step dell’amore in chat

Generalmente, le relazioni via chat seguono uno schema più o meno uguale per tutti. Se la vostra storia sta seguendo più o meno questo andamento ci sono ottime possibilità che si trasformi in qualcosa di bello, coinvolgente e a lungo termine:

primo approccio, generico e timido;
primi messaggi lunghi e coinvolgenti, in cui si parla di sé anche a livello profondo;
spostamento degli argomenti di conversazione da generici a intimi;
scambio del numero di cellulare;
scambio di foto o video;
sesso virtuale.

E come la mettiamo con la gelosia?

Un altro limite da tenere in forte considerazione quando si vive una storia virtuale è la gelosia. Questa può dipendere da mille fattori e, senza dubbio, è più semplice essere gelosi di una persona che sta al di là di uno schermo che di qualcuno che si frequenta. Perché si è così gelosi delle proprie conoscenze virtuali? Ecco l’elenco dei motivi:

finché una persona non la si conosce “de visu” si tende un po’ a idolizzarla o a vederle attorno un’aura di mistero. Diventa quindi quasi naturale pensare che possa avere una seconda vita o che possa fare in chat, con altri, quello che fa con noi;
chat e social sono la piazza ideale per far nascere dubbi e gelosie. Basta un ritardo nella risposta a un messaggio per pensare che l’altra persona stia chattando con più amanti in contemporanea o un like messo a una foto per far scattare subito il fastidio.

Purtroppo, se si desidera davvero continuare la conoscenza con qualcuno tramite chat, bisogna imparare a gestire questo tipo di sentimento. C’è un trucco che funziona molto bene per ridimensionare questi incidenti ed entrare nell’ottica corretta.

Se il proprio compagno virtuale, o compagna virtuale, mette un like o un commento a qualcuno provocando la nostra gelosia, basti pensare di conoscere sul serio quella persona. Se lei o lui vivesse con noi, ogni giorno, ci arrabbieremmo così tanto per un semplice cuoricino alla foto di un’amica o un amico? Probabilmente no, anzi, lo metteremmo anche noi per gentilezza.

Solitamente è proprio così: si mettono like e cuori alle foto di amici e amiche per gentilezza, incoraggiamento e simpatia, soprattutto se poi l’interesse affettivo e sessuale è rivolto a un’altra persona. Niente paura quindi. Un cuore su Facebook o Instagram non significa niente né deve essere un campanello d’allarme, soprattutto se poco dopo vi suona il cellulare ed è un suo messaggino.

Dalla chat alla vita reale

Quando i tempi sono maturi, la storia virtuale può e deve essere trasportata nella vita reale. Quali sono le principali paure?

  1. Magari, vedendomi dal vivo, non gli/le piaccio più.
  2. Viviamo lontani, le storie a distanza sono difficili.
  3. E se da vicino tutta la complicità costruita a parole in chat svanisse?

Naturalmente questi sono tutti rischi che vanno messi in conto, può succedere. Però, stando alle statistiche, sono casi molto rari. Se durante la conoscenza in chat si è stati sinceri uno verso l’altro, ci si è mandati foto reali e non truccate con filtri e Photoshop e si è parlato di sesso con semplicità e spontaneità è praticamente impossibile non piacersi dal vivo.

Quindi, in conclusione, le regole d’oro per iniziare una storia su un sito di dating o un social e farla andare bene sono:

  1. Non raccontare bugie (sull’età, sul proprio lavoro, sulla propria situazione economico-sociale, sulla propria nazionalità, sulla propria situazione sentimentale).
  2. Non inviare mai foto ritoccate, filtrate o, peggio ancora, totalmente false.
  3. Non sforzarsi di scrivere cose, né nei contenuti né nella forma, che non rispecchiano la propria personalità, solo per fare colpo.

Se sei te stesso/a e conquisti qualcuno in chat è sicuro che lo conquisterai mille volte di più da vicino. Chi “imbroglia”, invece, rischia di andare incontro a grandissime delusioni e sofferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.